Fusione Ubs-Credit Suisse, interrotte le trattative

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 24 Settembre 2020 | 14:55

Si sarebbero interrotte le trattative per una possibile fusione fra Ubs e Credit Suisse. Lo riporta il giornale svizzero Bilanz, che cita informazioni fornite da due persone coinvolte nei colloqui.

Una delle fonti, anonime, spiega che “ci sono state trattative nel primo semestre, ma dopo le vacanze estive non sono state riprese”. L’altra precisa che entrambi i presidenti dei consigli di amministrazione (Axel Weber per Ubs e Urs Rohner per Credit Suisse) sono favorevoli al matrimonio fra i due istituti, ma altri membri delle delegazioni che hanno preso parte alle trattative avrebbero però espresso diversi dubbi.

A complicare le cose, fra l’altro, vi sarebbe il problema il diverso andamento delle azioni: dall’inizio dell’anno il titolo di Credit Suisse in Borsa è crollato del 30%, mentre quello di Ubs ha contenuto il calo in circa il 15%. Difficile quindi ipotizzare uno scambio alla pari nell’attuale contesto. A Zurigo entrambi i titoli cedono nel pomeriggio di oggi circa il 2%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: ora Credit Suisse potrebbe tagliare i bonus

Credit Suisse, maxirosso e scossone ai vertici

Credit Suisse, il caso Greensill innesca un terremoto nell’asset management

NEWSLETTER
Iscriviti
X