Forex, il quadro tecnico della settimana a cura di Giovanni Maiani

A
A
A
di Giovanni Maiani 30 Settembre 2020 | 09:15

L’Euro Index (indice di mia creazione relativo all’euro nei confronti delle 33 divise prese in considerazione nella tabella in pagina) si è rafforzato in questo inizio di settimana sulla scia dell’acceso dibattito tra Trump e Biden ed effettua un movimento altalenante attorno al livello statico, già precedente supporto, di 128.30. In questo modo tende a riportarsi verso i massimi dell’anno cancellando, almeno in parte per il momento, il recente segnale di indebolimento.

Le elezioni Usa condizionano l’andamento del dollaro americano con ovvie ripercussioni su tutto l’universo Forex. A livello complessivo e per rendere l’idea, la divisa europea è in un contesto rialzista o moderatamente rialzista nel 58% dei casi, ossia nei confronti di 19 divise.

In effetti, durante le ultime cinque giornate, l’euro si è generalmente rafforzato e, in modo particolare, nei confronti di altre quattro divise.

I movers

L’euro nei confronti del real brasiliano prosegue la fase di recupero iniziata a metà mese e sta testando i massimi storici realizzati lo scorso mese a 6.71 brl. L’euro si sta facendo notare rispetto al Russian rouble in questo 2020 e, accelerando il passo, prosegue inarrestabile verso nuovi massimi. Ennesimi massimi storici sul Try, mentre in ripresa anche sul Mxn.

Alcuni spunti sul dollaro Usa

Interessanti l’usd/zar che testa una resistenza in essere da aprile, l’usd/sek sembra incerto dopo il test di 9.15 e l’usd/krw appare indeciso a 1.180 circa. Il dollaro ha molti ostacoli sul suo camino.

L’euro vs Canadian Dollar

Lo scenario puramente tecnico, a dirla tutta, non è molto entusiasmante e osserviamo un euro relativamente fiacco nei confronti del dollaro canadese.

Il lockdown ha interrotto la fase di rafforzamento del Cad che si è sviluppata negli anni 2018/2019 quanto l’euro è passato, a fine dello scorso mese di febbraio, da 1.426 a 1.600 circa in un solo mese.

Successivamente, ha realizzato un movimento che ricorda un minimo arrotondato, ma si limita a “perdere tempo” attorno a 1.55 durante le ultime settimane. Non male tuttavia il rialzo di ieri.

Alla ricerca di qualche spunto operativo sul grafico qualche Gann line e 2 coni di probabilità al 68% (in rosso) e al 90% (in verde) calcolati sugli ultimi 252 giorni.

Il grafico Point and Figure 0.03*3 mostra, proprio in questo momento, un triplo massimo statico a 1.59.

La situazione di breve/medio periodo è rialzista, ma nel breve lo scenario è neutrale/moderatamente rialzista. Probabile tuttavia un ulteriore recupero.

Suggerirei di procedere in questo modo. L’area 1.545/1.580 non verrà presa in considerazione e utilizzeremo la semplice strategia del breakout. Long sopra 1.580 con obiettivi 1.600/620 e 1.635/650. Short pertanto sotto 1.545 con obiettivi 1.525 e 1.51/0.

L’euro vs Colombian Peso

Solo un accenno essendo una divisa minore. L’euro ha generato un segnale di accelerazione rialzista all’inizio dello scorso mese di marzo nei confronti del Cop a seguito della fuoriuscita da una fase già accendente.

Interessante notare che l’analisi tecnica abbia, ovviamente, il suo perché anche su delle divise poco trattate, tranne in Colombia…

In effetti, osserviamo un perfetto pull back up a metà giugno quando l’euro è tornato a testare brevemente l’ex resistenza, diventata ovviamente supporto, a 4.050 circa.

L’euro si dirige verso nuovi massimi nei confronti della divisa colombiana ed è sostenuto da due supporti individuati rispettivamente a 4.300 (della fase di accelerazione rialzista) e a 4.150 (resistenza del canale ascendente).

Anche se mi piace molto scherzare non me la sento di inserire una strategia operativa su una divisa poco trattata.

Ci focalizzeremo, come ogni settimana, a rotazione su una o più divise contro euro. La prossima settimana parleremo del Chinese Yuan.

A cura di Giovanni Maiani, analista tecnico di lungo corso e docente Siat

https://giovannimaiani.blogspot.com/
[email protected]

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X