L’Oracolo – Addio Pingping

A
A
A
di Giacomo Berdini 17 Marzo 2010 | 16:30
Il mondo del Guinnes compiange Pingping, così grande dentro e così piccolo fuori.

Il mondo è in lutto.
No, non perché il Milan è fuori dalla Champion, e nemmeno perché è finito il Grande Fratello.
Una notizia tragica ha spezzato la nostra giornata, ma sappiamo che i suoi piedini ora stanno varcando i cancelli dell’Empireo.

Era un uomo alto solo 74,61 centimetri, ma aveva un cuore grande e, come ci ha insegnato Tolkien, anche l’uomo più piccolo può cambiare il corso della storia.
Forse Pingping non ha cambiato il corso della storia, ma ha sicuramente raggiunto un record che sarà ricordato nella storia.
Pingping era l’uomo più basso del mondo, motivo per cui è annoverato nel Guinnes dei primati.
Il suo record rimarrà scolpito nella pagine del grande libro del Guinnes, nonostante il suo piccolo corpo non sia più qui a testimoniarlo.
Il piccolo cinese, infatti, è morto sabato a Roma, dopo essersi sentito male durante le registrazioni della nuova edizione dello Show dei Record dove era ormai ospite quasi fisso.
A stroncare il recordman a soli 22 anni è stato un infarto, collegato ai problemi di salute di cui soffriva a causa della sfortunata e rara forma di nanismo che lo ha resto celebre.

Ora lo scettro nanico passa a Khagendra Thapa Magar, un nepalese di 56 centrimetri e 18 anni compiuti. PingPing è comunque morto con il Guinness ancora in tasca e noi vogliamo rendergli omaggio così, ricordandolo mentre saluta la folla tra le gambe (non fraintendetemi) di Svetlana Pankratova, la donna con le gambe più lunghe al mondo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X