Oro, a tener banco resta soprattutto la domanda finanziara

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 3 Novembre 2020 | 14:00

In base alle ultime rilevazioni del World Gold Council, a fare la parte del leone sul fronte della domanda per l’oro è la richiesta finanziaria. I numeri, in tal senso, parlano chiaro: a fronte di una domanda di fisico nel terzo trimestre in flessione di 872 tonnellate (-22% su base annua e -13% da inizio anno) trainata al ribasso dalla contrazione del settore gioielleria (-46%), gli acquisti del metallo da parte degli ETF sono lievitati del 168%.

“Ora resta da vedere se la domanda retail si andrà ad accodare a quella finanziaria, ridando vigore al movimento rialzista, oppure di converso la finanza inizierà ad alleggerire la propria posizione sul lingotto” avverte Michael Palatiello, ad e strategist di Wings Partners Sim.

Il trend dell’oro (prezzo spot) nel medio termine

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Palladio a passo dal top storico. Gli Etc a Piazza Affari

Nickel, la “criptonite” delle auto elettriche

Cina, la domanda aggregata mostra segni di recupero

NEWSLETTER
Iscriviti
X