Borsa Italiana, al via l’Italian Equity Roadshow Nord America per le large cap italiane

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 9 Novembre 2020 | 13:30

Dal 9 al 20 novembre si svolge l’Italian Equity Roadshow Nord America: 25 società quotate con capitalizzazione di mercato superiore al miliardo di euro e incluse negli indici Ftse Mib e Ftse Italia Mid Cap presentano gli ultimi risultati trimestrali e le strategie future in incontri one-to-one o in piccoli gruppi virtuali riservati a investitori istituzionali in Nord America.

Le società partecipanti hanno una capitalizzazione complessiva pari a 114 miliardi di euro e rappresentano i principali settori dell’economia italiana: Consumer Goods & Services, Infrastrutture, Beni e Servizi Industriali, Healthcare e Finanza. Si tratta di A2a, Amplifon, Anima Holding, Azimut Holding, Banca Generali, Banca Mediolanum, Brembo, Campari, Credito Emiliano, De’ Longhi, Enav, Fincantieri, Finecobank, Interpump, Intesa Sanpaolo, Italmobiliare, Leonardo, Mediobanca, Rai Way, Reply, Sesa, Tamburi Investment Partners, Tchnogym, Unipol e UnipolSai.

Sono 60 gli investitori locali, in rappresentanza di 40 case di investimento, che prenderanno parte ai 100 incontri organizzati con le società. “Borsa Italiana continua a ricoprire un ruolo fondamentale, soprattutto in un momento complesso come quello attuale”, spiega Patrizia Celia, Head of Large Caps, Investment Vehicles & Market Intelligence di Borsa Italiana. “Con il suo programma di equity roadshow dedicato alle società quotate di maggiore dimensione, ha continuato a supportate il dialogo con gli investitori di tutto il mondo, dall’Australia, all’Asia, all’Europa, al Middle East, al Nord e Sud America, adattandolo in modo attento e repentino alle circostanze, assicurando continuo supporto in un contesto di incertezza. La tappa in Nord America, in particolare, è un appuntamento chiave di incontro tra le quotate e gli investitori americani, che stabilmente rappresentano i primi investitori istituzionali del nostro listino”.

Gli investitori americani si confermano stabilmente al primo posto tra gli investitori internazionali con circa il 44% dell’ammontare detenuto dagli investitori istituzionali nei titoli del Ftse Mib.

L’Italian Equity Roadshow Nord America conclude il programma di roadshow annuali con i quali Borsa Italiana nel 2020 ha contribuito in maniera significativa al mantenimento del dialogo tra le migliori aziende italiane e gli investitori internazionali, nonostante la difficile congiuntura di mercato e le complessità create dalla pandemia. La gestione delle relazioni con gli investitori globali ha visto Borsa Italiana impegnata in incontri con la comunità finanziaria durante tutto l’intero anno, con l’edizione fisica dell’Italian Equity Roadshow Londra a gennaio, e proseguendo da febbraio in poi in modalità virtuale, con una serie di iniziative tra cui l’Italian Equity Roadshow Asia & Australia a maggio, l’Italian Sustainability Week a giugno e l’Italian Equity Week a settembre.

Complessivamente 89 società quotate large cap, rappresentanti circa l’80% della capitalizzazione dei mercati azionari italiani e 4 società non quotate di grande dimensione hanno beneficiato delle iniziative incontrando 750 primari investitori domestici e internazionali in quasi 3mila incontri.

L’Italian Equity Roadshow Nord America è organizzato in collaborazione con Intermonte Sim e Intesa Sanpaolo Imi Securities Corporation.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Borsa Italiana: oggi la campanella suona per la solidarietà

Etf, crescono Amundi e Invesco ma guida sempre BlackRock

Borsa Italiana, numeri da record alla Star Conference 2021 e focus sull’Esg

NEWSLETTER
Iscriviti
X