Poste Italiane accelera il passo a Piazza Affari: i prossimi target. Dividend yield al 5,7%

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 12 Novembre 2020 | 16:00

Poste Italiane ha oltrepassato di slancio e con scambi in crescita in area 8 euro la trendline discendente che dalla seconda metà di luglio bloccava il recupero dei corsi nel medio termine. Un allungo che, dopo il completamento a quota 8,15 del movimento a “V” determinato dal minimo di inizio novembre a 6,90, è proseguito spingendo i corsi al test della resistenza statica in zona 8,40.

I prossimi obiettivi tecnici di Poste Italiane

Previa la conferma del superamento dell’ostacolo a 8,40 euro, i prossimi target del titolo sono individuabili in prima battuta a quota 8,65 e in seguito, eventualmente dopo un’auspicabile fase laterale di consolidamento di breve termine che allontani gli indicatori dalla zona di ipercomprato, in area 9/9,10, sui top della prima metà di giugno. Fondamentale però posizionare uno stop loss a quota 8.

Da rilevalre inoltre che alla quotazione attuale Poste Italiane vanta un rendimento del dividendo (dividend yield) del 5,81%.         G.R.

Il trend di Poste Italiane nel medio termine

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Enel tenta un rimbalzo da supporto statico. I prossimi target

Tenaris richiude il gap aperto lo scorso marzo. I prossimi target

Piaggio al test della resistenza statica di lungo termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X