Banche italiane: le raccomandazioni e i target price di Goldman Sachs

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 18 Novembre 2020 | 12:30

Nel terzo trimestre dell’esercizio in corso, il ROTE (ovvero il rendimento del patrimonio netto tangibile) delle banche italiane si è attestato al 3,3% in calo rispetto a ricavi core (al loro volta diminuiti) e LLP, ossia accantonamenti per perdite su crediti, più elevati. Ad affermarlo sono gli analisti di Goldman Sachs che apportano alcune modifiche alle stime dei ricavi del comparto, riducendo al contempo i costi previsti e gli LLP e facendo un upgrade degli EPS, gli utili per azione.

Nel dettaglio, Goldman Sachs asegna un buy a: Bper Banca con fair value di 2,25 euro, alzato dai precedenti 2,20 euro, Intesa Sanpaolo con obiettivo di 2,40 euro, migliorato dai precedenti 2,15 euro (e raccomandazione upgradata dal precedente neutral) e Unicredit con target di 12,70 euro, alzato dai precedenti 12,30 euro.

Giudizio invece neutral per: Banco Bpm con fair value di 1,95 euro, alzato però dai precedenti 1,85 euro e Mps con con target di 1,35 euro, ridotto in questo caso dai prededenti 1,50 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche italiane, Visco: colmato il gap con le europee

Il coronavirus contagia le banche (e i dipendenti), ma Intesa Sanpaolo non ferma la scalata a Ubi

Banche italiane sugli scudi, ma in Europa perdono terreno nel digitale

NEWSLETTER
Iscriviti
X