Grecia, Francia a Germania divise sul prestito

A
A
A
Avatar di Redazione 6 Aprile 2010 | 07:30
Ancora divisioni all’interno dell’Unione Europea su come sostenere la Grecia. Ora il tema “caldo” è rappresentato da quale tasso di interesse applicare ai finanziamenti. Come al solito il fronte contrapposto è rappresentato da..

 Ancora divisioni all’interno dell’Unione Europea su come sostenere la Grecia. Dopo che la discussione si è concentrata sul fatto se a sostenere la Grecia e i suoi debiti dovesse essere l’Europa oppure il Fondo Monetario Internazionale, come richiesto da alcuni membri del Consiglio, tra i quali l’Italia.

Ora invece il fronte dell’Eurozona si divide ancora di più. E il fronte contrapposto è ancora rappresentato da Germania da una parte e Francia dall’altra. La querelle questa volta è rappresentata dal fatto che la Germania spinge i finanziamenti a tassi di mercato mentre gli altri partner europei, tra i quali in prima fila la Francia, sarebbe più propensi a offrire delle agevolazioni.

Infatti il fronte francese riterrebbe più consono offrire degli aiuti con rendimenti al 4 – 4,5% massimo mentre l’esecutivo tedesco non vuole scendere sotto il 6%, il tasso che oggi pesa sulle obbligazioni a 10 anni.

In tale contesto il governo greco spera un rapido accordo sul livello dei tassi di finanziamento che naturalmente sia il più basso possibile in modo che non debba ricorrere al altri eventuali fondi di emergenza. Il timore comunque non sembra placarsi né da parte dell’esecutivo greco, né tanto meno da parte dei funzionari della UE che temono che la situazione possa ulteriormente peggiorare nel 2011.   

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Londra non ripeterà referendum, mercati sempre più nervosi

Sul debito greco Merkel e Lagarde andranno allo scontro o troveranno l’intesa?

Merkel: dopo accordo su terzo bailout possibile ristrutturazione debito greco

NEWSLETTER
Iscriviti
X