Spectrum Markets: Trump non cede, ma gli investitori europei credono in Biden

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 23 Novembre 2020 | 18:30

“Nonostante Donald Trump non abbia ancora accettato il risultato delle elezioni, il sentiment degli investitori europei sta mostrando i primi segni di speranza per l’allentamento delle tensioni nelle relazioni tra gli Stati Uniti e l’Europa. Nella settimana dopo l’annuncio della vittoria elettorale di Joe Biden, i volumi di trading dei prodotti sui tre maggiori indici azionari statunitensi (S&P 500, Dow Jones e Nasdaq) sulla nostra piattaforma sono aumentati cumulativamente del 10,3% rispetto alla media di lungo termine. Durante la settimana delle elezioni, gli stessi tre indici hanno registrato un picco nell’attività di trading dell’8%”. Così Tobias Stöhr, Sales Executive di Spectrum Markets, analizza i flussi di trading registrati nel mercato paneuropeo di strumenti certificati, osservando come il risultato delle urne negli Usa favorevole a Joe Biden sembra abbia riportato una relativa serenità tra gli investitori del Vecchio Continente.

“L’influenza degli sviluppi politici Usa sul comportamento degli investitori europei sta diventando evidente anche guardando alla volatilità: ad eccezione del benchmark tedesco Dax, che ha visto un calo del volume delle negoziazioni di oltre il cinque per cento nella settimana dal 9 al 15 novembre, nessun altro sottostante sugli indici scambiato su Spectrum Markets ha registrato fluttuazioni nei volumi tanto pronunciate quanto quelle dei riferimenti statunitensi”, nota ancora Stöhr.

Che conclude: “Vediamo gli investitori rassicurati dall’annuncio del presidente eletto degli Stati Uniti. Ciò diventa particolarmente chiaro se si considera il volume delle operazioni fuori orario (transazioni effettuate tra le 17.30 e le 9 del mattino). Nell’ultima settimana, le operazioni fuori orario hanno raggiunto il 38,1%, che si avvicina alla media a lungo termine del 38,3% su Spectrum. Durante la settimana delle elezioni negli Stati Uniti, la percentuale è stata in media del 2,20% sopra il dato a lungo termine e ha raggiunto il suo valore massimo giornaliero il 4 novembre al 47,1%”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Elezioni Usa, via libera ai piani democratici. Ma in versione “light”

Usa, nel post elezioni i mercati sono diventati troppo ottimisti

Perché ha ancora senso investire in portafogli bilanciati

NEWSLETTER
Iscriviti
X