Il mercato dell’e-learning: certezza del presente, grande opportunità per il futuro

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 25 Novembre 2020 | 12:15

Il mondo dello studio è cambiato sotto i colpi delle nuove tecnologie. Oggi, infatti, è possibile imparare una nuova lingua, seguire un corso oppure seguire una lezione direttamente online. Si parla, infatti, sempre con più insistenza di e-learning e di quelli che sono i vantaggi.

L’e-learning è molto utile in questo contesto in quanto permette di rendere disponibile il materiale didattico prima dell’attività formativa e apre alla possibilità di gestire in tempo reale momenti di scambio e di interazione con le figure di riferimento. Nella formazione tradizionale, invece, il momento di studio e il momento in cui si assiste alla lezione verbale spesso sono distinti e il materiale didattico e bibliografico di riferimento viene letto e studiato in seguito, dopo che il docente ha tenuto una lezione ex-cathedra pressoché priva di interazioni.

In sostanza il cuore dell’e-learning è il partecipante e i risultati che lui stesso può cogliere fruendo contenuti formativi online. In sostanza, l’e-learning consiste nel migliorare la qualità dell’apprendimento facilitando l’accesso a contenuti formativi, abilitando gli scambi e la collaborazione a distanza tra partecipanti e docenti. Più che una definizione, suona come una missione.

Secondo gli esperti la formazione online, quando è ben progettata, offre il contenuto giusto al momento giusto. Essendo compatibile con un aggiornamento continuo, vi è poco spazio nei corsi online per informazioni datate o per conoscenze vaghe e superficiali, sia per la scarsa tolleranza degli utenti, che hanno la buona abitudine di valutarne l’efficacia, sia grazie alle potenzialità che lo strumento offre. Risulta quindi fondamentale che i percorsi online siano progettati di concerto da un esperto in materia, capace di fare riferimento a fonti sicure e rilevanti, con un team di sviluppo in grado di progettare il percorso, conciliando metodologie didattiche opportune e conoscenza approfondita degli strumenti multimediali in uso.

Quanto vale il mercato dell’e-learning?

In questi ultimi anni il mercato dell’e-learning è cresciuto tantissimo. Solo in America nel 2016 il mercato dell’e-Learning aziendale è stato valutato 15.59 miliardi di dollari (con una quota di mercato del 41.07%). Il mercato dell’e-Learning aziendale nelle Americhe dovrebbe crescere notevolmente nel periodo previsionale grazie ai crescenti progressi nelle infrastrutture tecnologiche e all’aumento degli investimenti da parte di importanti organizzazioni e fornitori di e-Learning nel lancio di soluzioni e sistemi innovativi per l’apprendimento digitale.

Già oggi, con la crescente popolarità dell’apprendimento personalizzato tra i discenti della regione, la domanda di contenuti, corsi, soluzioni e sistemi di e-Learning è notevolmente aumentata.

Per quanto riguarda la zona europea, questo mercato dovrebbe registrare una crescita graduale durante il periodo di previsione: si stima che nel 2021 tale mercato raggiungerà il valore di 30.82 miliardi di dollari.

In Asia, invece, si prevede che la sia ancora più importante. L’industrializzazione rapida e la crescente domanda di nuove tecnologie nella regione sono altri fattori che contribuiscono in modo significativo alla crescita del mercato. Il boom asiatico dell’e-learning è infatti sostenuto da molti governi locali che negli ultimi anni hanno approvato leggi che hanno accelerato l’adozione della formazione online nell’istruzione superiore. Inoltre, in un contesto come quello asiatico carente di infrastrutture, l’e-Learning rappresenta un’ottima opportunità per aprire le porte dell’istruzione a un numero sempre più ampio di studenti e lavoratori.

Ed in Africa? Attualmente questo mercato ha un valore di 792 milioni di dollari, una minima parte rispetto ai 200 miliardi nel mondo. Anche qui, tuttavia, quello dell’e-learning è un settore in crescita che, secondo un rapporto di Imarc Group, arriverà a 1,8 miliardi di dollari entro il 2024.

A trainare il mercato è il Sudafrica, che da solo costituisce un quarto del mercato africano dell’eLearning; seguono Marocco, Nigeria, Tunisia e Kenya. I settori in cui l’e-learning è più usato sono scuole e università.

Dal punto di vista tecnologico, si registra un netto predominio del mobile learning che, da solo o in combinazione con altri approcci educativi, sta supportando ed estendendo l’educazione e la formazione in modi prima impossibili, anche grazie all’esponenziale diffusione della comunicazione mobile nel continente africano.

La situazione in Italia

La situazione in Italia è in continua crescita. Basti pensare alle tante piattaforme di studio online disponibili per studenti di qualsiasi età fino ad arrivare ai tantissimi corsi online che hanno permesso a realtà come Life Learning di Pescara di diventare una delle realtà imprenditoriali più in crescita negli ultimi anni.

Tutto questo fibrillare è ovviamente dovuto al grande impatto che internet ha avuto sulla nostra vita. D’altronde si tratta di un luogo-non luogo in cui praticamente tutti accedono quotidianamente, chi per relazionarsi tramite i social, chi per cercare notizie sulla propria città, fino ad arrivare ad informazioni più disparate tipo come si gioca a poker oppure quale sarà il meteo del giorno dopo. Insomma, internet sarà il canale privilegiato in cui molte realtà imprenditoriali fioriranno e tra queste senza alcun dubbio l’e-learning avrà un ruolo davvero molto importante negli anni a venire.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X