Migliora il sentiment, ma occhio al rischio sul comportamento aziendale

A
A
A
di Stefano Fossati 30 Novembre 2020 | 15:30

“Le aspettative di una solida ripresa nel corso del 2021, insieme ai passi avanti nella lotta contro il Covid, comportano un miglioramento delle prospettive sui fondamentali. Se dunque da un lato le prospettive per il prossimo anno sono positive, è altrettanto importante pensare ai rischi oltre l’apparenza“. E’ il monito di Andrey Kuznetsov, Senior Portfolio Manager per la divisione internazionale di Federated Hermes. Di seguito la sua analisi sui potenziali rischi per gli investitori.

Il primo rischio è rappresentato dal potenziale cambiamento nell’atteggiamento delle società in un contesto in miglioramento. Il 2020 è stato un anno positivo per tutto quanto ruota intorno alle tematiche legate all’atteggiamento aziendale: le società hanno tagliato i ritorni per gli azionisti, il numero di leveraged buyout è diminuito e c’è stata un’attività ridotta sul fronte di fusioni e acquisizioni tale da non compromettere i profili del credito.

rischioDato che la notizia di un possibile vaccino ha fornito nuovo impulso, i tassi di finanziamento globale per le società sono adesso vicini ai minimi storici. Questo, insieme al fatto che il capitale si trovi al margine nell’universo del private equity e al probabile miglioramento dei fondamentali, significa che l’anno prossimo l’atteggiamento delle società potrebbe essere peggiore rispetto alla condotta mostrata nel corso del 2020.

Ci aspettiamo che l’attenzione si sposti dal bilanciamento tra rischio di default e ricerca di rendimento verso la navigazione in acque più agitate, poiché le società stanno sfruttando sempre più le condizioni favorevoli del mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X