Transizione energetica in primis per le risorse EU. Le utility su cui puntare

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 10 Dicembre 2020 | 10:30

Priorità per la transizione energetica nell’agenda del Governo sulle risorse dell’Unione Europea. L’obiettivo, nel dettaglio, è dare ulteriore impulso per portare a termine la transizione verde, attraverso interventi in tutti i settori chiave: trasporti, energia, edifici, industria e agricoltura. Investire nella transizione energetica dev’essere quindi il volano della crescita economica del paese trasformando il sistema produttivo in un sistema meno inquinante, circolare e alimentato da energie rinnovabili.

Il comparto e le azioni su cui puntare secondo Equita

Uno sceario positivo per il settore delle utility, comparto maggiormente coinvolto sui temi della transizione energetica, rinnovabili ed economia circolare. E tra i maggiori esposti nei vari settori, fanno notare gli analisti di Equita, ci sono: Enel, Erg, Falck Renewables, Alerion e Iniziative Bresciane per le rinnovabili; Acea, Iren, A2a, Hera per la distribuzione (reti per impianti) ed economia circolare; Terna per la trasmissione (rete per impianti); Snam per l’idrogeno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i test vaccinali spingono i risultati di Roche

Materie prime: ecco il portafoglio in Etc che segna un +84%

Azioni Aim: debutto al rialzo per Giglio.com

NEWSLETTER
Iscriviti
X