La Cina è l’area a cui guardare nel 2021, focus sul real estate

A
A
A
di Stefano Fossati 10 Dicembre 2020 | 15:30

La velocità con cui l’economia in Asia è ripartita ha superato tutte le aspettative. Stato e persone hanno mostrato una capacità di adattarsi alla nuova normalità maggiore rispetto a quella di Europa e Stati Uniti. La Cina, in particolare, ha mostrato più robustezza rispetto a Stati Uniti e Europa nel 2020 grazie all’eliminazione di fatto del Covid-19, fattore che ha riportato l’attività economica quasi ai livelli pre-pandemici. In effetti, la Cina potrebbe rivelarsi una delle poche aree a livello globale a registrare una crescita economica positiva nel 2020. E’ quanto evidenziano gli analisti di Plenisfer.

L’andamento del Purchasing Managers Index Cinese è oggi superiore al livello pre-Covid: questo dato rappresenta un ulteriore elemento a supporto di un’attesa positiva per la crescita dell’economia a breve termine. La Cina si è adattata rapidamente alla sfida di una minore globalizzazione rispetto al passato. Le autorità cinesi si sono mosse rapidamente per aumentare gli investimenti a lungo termine in infrastrutture, fattore che sta ulteriormente stimolando l’economia nazionale.

Riteniamo che la Cina possa essere un mercato interessante che offrirà l’opportunità di una maggiore diversificazione, nuove occasioni di rendimento – in un mondo a basso rendimento come quello attuale – e un’esposizione a una crescita superiore alla media. In particolare, riteniamo che il real estate cinese sia un settore che continuerà a offrire rendimenti interessanti con un rischio di duration relativamente basso. Le vendite di proprietà e gli investimenti immobiliari sono tornati a registrare una crescita positiva su base annua nel secondo trimestre. Le preoccupazioni connesse alla possibile eccessiva crescita del settore sono state affrontate rapidamente dalla banca centrale che è intervenuta per attenuare l’utilizzo della leva finanziaria tra gli sviluppatori immobiliari. Nonostante ciò, i volumi delle vendite sono oggi superiori a quelli del 2019 per la maggior parte degli sviluppatori, con prezzi non influenzati da sconti come si poteva inizialmente temere.

Il settore del real estate potrebbe, in sintesi, beneficiare dei seguenti fattori:
1) la sua natura tipicamente interna implica che sarà tra i principali settori a trarre beneficio da qualsiasi accelerazione nella ripresa economica in Cina;
2) un ritorno alla normalità nelle operazioni commerciali quotidiane degli operatori del settore immobiliare ne sosterrà ulteriormente la crescita;
3) le recenti misure messe a punto dalle autorità di regolamentazione saranno efficaci nel contenere l’utilizzo della leva finanziaria, attenuando così i rischi connessi al settore.

In Plenisfer, consapevoli della natura ciclica del settore, selezioniamo attentamente gli sviluppatori con bilanci più solidi ed esposizione alle aree di alta qualità del Paese.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: le cinque cose da sapere sulla crisi energetica in Cina

Asset allocation: tutte le strade portano alle A-Shares cinesi

Allianz cresce sulle ali del Dragone

NEWSLETTER
Iscriviti
X