Maire Tecnimont accelera il passo verso il test della resistenza a 2 euro

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 14 Dicembre 2020 | 16:00

Maire Tecnimont sugli scudi a Piazza Affari dove nell’intraday è arrivato a segnare un rialzo di circa il 6,5% in scia al protocollo d’intesa per favorire la produzione di idrogeno verde tramite elettrolisi negli Stati Uniti siglato con Enel Green Power.

Dal punto di vista grafico Maire Tecnimont appare inserita in un canale ascendente iniziato a fine ottobre dopo il test a 1,065 euro del supporto dinamico ribassista di medio termine. Un movimento che a inizio dicembre ha spinto il titolo a oltrepassare a quota 1,55 la trendline discendente, anch’essa di medio periodo, e poi ad accelerare ulteriormente il passo.

I prossimi obiettivi tecnici di Maire Tecnimont

Previo un auspicabile trading range dei corsi di breve termine che possa favorire l’allontamento degli indicatori tecnici dalla zona di ipercomprato, al rialzo per Maire Tecnicmont i prossimi target sono individuabili in prima battuta a quota 2, dove è posta un’importante resistenza statica di medio-lungo periodo e in seguito in zona 2,40 euro. Stop loss, cruciale, da posizionare in area 1,67/1,65, dove passa il supporto dinamico, limite inferiore del suddetto canale.       G.R.

Il trend di Maire Tecnimont a Piazza Affari nel medio termine

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, obbligazioni: quando i minimi diventano un’opportunità

Mercati, Ftse Mib: il dubbio è una falsa rottura del trend laterale

Borse internazionali: il punto tecnico di Aldrovandi al 21/01/22

NEWSLETTER
Iscriviti
X