L’Oracolo – Fa causa alla banca per miliardi di miliardi

A
A
A
di Matteo Chiamenti 14 Aprile 2010 | 15:00
Strane visioni dal mondo della finanza. Bank of America rischiava un esborso pari a 1.784 miliardi di trilioni di dollari

Lo sapevate? Si parla tanto di multe (maledetti 80 euro dell’Ecopass), multine (quelle calcistiche disciplinari, tipicamente condensate nelle figura di Mario Balotelli) e multone (di queste, in Italia, non se ne vedono proprio), ma una notizia piuttosto originale è rimasta nel silenzio. Un uomo, Dalton Chiscolm, ha infatti presentato nel settembre 2009 una causa contro Bank of America, la più grande banca americana, chiedendo 1.784 miliardi di trilioni di dollari ($1.784.000.000.000.000.000.000.000) di danni, che secondo la sua richiesta dovrebbero essergli accreditati sul suo conto corrente. Giusto per la cronaca, la cifra richiesta da Chiscolm è pari a circa 500 milioni di volte il PIL dell’intero pianeta.

Ma qual è la causa di questa rabbia furente e sonante? Risparmi svaniti, addebiti inesistenti, pubblicità ingannevole? Nulla di tutto ciò, Chiscolm lamentava di aver ricevuto informazioni insoddisfacenti una volta chiamata la filiale di New York per informazioni. Oltre a ciò, non gli sarebbe andato giù il fatto che alcuni bonifici, con le coordinate bancarie del destinatario incomplete, non siano andati a buon fine.

Il giudice che ha preso in esame la causa (lo stesso che ha condannato Madoff a 150 anni di prigione) è rimasto piuttosto perplesso per la cifra richiesta, e ha lasciato poi tempo a Chiscolm ai fini di presentare meglio il suo caso e giustificare le richieste prima di archiviare il caso. Da allora, del risparmiatore furente, non si è più saputo nulla. Una meteora del buonumore.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X