Oro: gennaio è statisticamente un mese favorevole per i rialzi

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Dicembre 2020 | 09:59

Statisticamente gennaio è un mese favorevole ai rialzi dei prezzi dell’oro. Lo rilevano gli analisti di Chart of Thew Day, che specificano come, dal 1976, le quotazioni del lingotto abbiano in media registrato, ogni anno dalla data dell’inizio delle rilevazioni, nel primo mese dell’anno la seconda miglior performance su base mensile.

In assoluto, il miglior mese su base statistica per performance è invece settembre.

Ecco poi altre statistiche elaborate da Chart of The Day:

  • Qual è la performance media mensile dell’oro? Dal 1976, l’oro ha guadagnato in media lo 0,6% su base mensile.
  • Qual è stata la più grande perdita mensile dell’oro? La più grande perdita mensile per l’oro dal 1976 è stata del 22,3% nel marzo 1980.
  • Qual è stato il più grande guadagno mensile dell’oro? Il più grande guadagno mensile per l’oro dal 1976 è stato del 27,5% nel gennaio 1980.
  • Qual è il prezzo più alto dell’oro nella storia? Dal 1976, il prezzo massimo dell’oro si è verificato il 6 agosto 2020 a 2.063,20 dollari l’oncia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ITForum Online Week riapre i battenti: appuntamento dal 25 al 29 gennaio 2021

Gennaio, tempo di alta volatilità sui mercati

Scadenze fiscali gennaio 2020: ecco il calendario

NEWSLETTER
Iscriviti
X