Banca Mps, al via la privatizzazione a gennaio? Intanto il titolo testa il supporto

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 29 Dicembre 2020 | 17:00

La privatizzazione di Banca Mps dovrebbe definitivamente prendere quota nelle prime settimane del nuovo anno, secondo rumors stampa. Sarebbe infatti in fase di definizione la garanzia sul contenzioso e l’idea del Governo, nel dettaglio, sarebbe quella di assicurare circa 10 miliardi di rischi legali facendo subentrare Fintecna, Amco o un’altra partecipata pubblica in qualità di risk taker. A Roma si starebbe poi anche studiando l’ipotesi di un’ulteriore pulizia dell’attivo della banca senese, sempre secondo indiscrezioni.

Il quadro tecnico di Banca Mps

Il titolo sta testando l’importante supporto dinamico ascendente di medio termine al momento passante per 1,030 euro. Un livello dal quale i corsi potrebbero sia rimbalzare prima verso le medie mobile a 21 e 50 sedute, rispettivamente ora a quota 1,105 e 1,13 euro e poi verso la resisternza statica di breve in zona 1,20, sia accusare una nuova discesa con target a quota 1 prima e 0,975 poi.       G.R.

Il trend di Banca Mps a Piazza Affari nel medio termine – grafico su base daily

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borse internazionali: il punto tecnico di Alessandro Aldrovandi

Piazza Affari ancora incastrata in trading range

Mercati: per Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 future oggi il rollover su dicembre

NEWSLETTER
Iscriviti
X