Raccomandazioni di Borsa: i Buy odierni degli analisti da A2a a Tenaris

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 4 Gennaio 2021 | 11:00

Banca Akros assegna un buy a:

A2a con prezzo obiettivo di 1,60 euro (il presidente Marco Patuano ha dichiarato che il gruppo non è attualmente interessato a investire in FiberCop, interrogato poi sull’idea di creare una grande utility del nord attraverso le fusioni dei principali attori regionali come Iren e Hera, ha detto che tali fusioni dovrebbero generare valore per le aziende e gli stakeholder, creare sinergie e aumentare le competenze), Bper Banca con fair value di 1,50 euro (venduto un portafoglio di sofferenze con un gross book value di 270,8 mln di euro), De’ Longhi con target price di 35 euro dopo l’acquisto di Capital Brands Holding per 421 mln di dollari, Eni con prezzo obiettivo di 11,50 euro in scia alla sigla di un accordo preliminare in Cina con l’International Cooperation Center of the National Development and Reform Commission sulla cooperazione energetica, Fca con fair value di 19,25 euro (oggi gli azionisti di Fiat e PSA sono chiamati a dare l’ok alla fusione che darà vita a Stellantis; nuovo investimento da 2 mld di euro in Polonia), Iren con target di 2,70 euro (investimento nel 2020 per 630 mln di euro e di 200 mln in cash out per acquisizioni), Leonardo con obiettivo di 6,50 euro (il Ministero della Difesa italiano ha acquistato 96 veicoli di tipo Centauro II), Openjobmetis con fair value di 8,10 euro (confermato il focus sul Family Care e la resilienza del lavoro temporaneo) e Saipem con target di 3,50 euro (nuovo contratto da 1,2 mld di dollari in Australia).

Giudizio accumulate inoltre per DiaSorin con obiettivo di 201,40 euro (ricevuti finanziamenti federali dalla Biomedical Advanced Research and Development Authority per la validazione e la presentazione del kit diretto Simplexa COVID-19), Exprivia con target di 1,05 euro (la controllata Italtel ha accettato l’offerta vincolante di Psc Partecipazioni), Generali con obiettivo di 17 euro (conosolida la presenza in Grecia) e Snam con fair value di 5,30 euro (memorandum of understanding memorandum of understanding con A2a e Fnm per fornire lo sviluppo della mobilità con l’idrogeno verde in Lombardia).

Fidentiis giudica buy:

Banco Bpm con prezzo obiettivo di 2,10-2,30 euro (accordo con i sindacati per il taglio dei dipendenti), Fca con target price di 14-15 euro, Bper con fair value di 3,40-3,60 euro, Piaggio con target di 2,90-3,10 euro (tenuta, nonostante la pandemia del mercato di moto e scooter), Saras con obiettivo di 1,20-1,30 euro e Tenaris con obiettivo di 6,50-6,70 euro in scia all’incremento del numero di pozzi petroliferi attivi in Usa.

Intesa Sanpaolo valuta buy:

A2a con fair value di 1,55 euro, Fca con target di 16 euro, illimity con obiettivo di 10,50 euro (nuovo acquisto di nlp per complessivi 108 mln di euro), Iren con fair value di 3,50 euro, Italgas con target di 6 euro (al via l’installazione di contatori intelligenti per l’efficienza delle reti idriche), Piaggio con obiettivo di 3,10 euro, Pirelli con fair value di  5,40 euro e Telecom Italia con target di 0,54 euro (continua il dibattito sulla rete unica).

Giudizio add inoltre per Banco Bpm con obiettivo di 2,20 euro, Generali con target di 17 euro e Poste Italiane con fair value di 9,70 euro (il fondo Dante, già di proprietà di Invimit SGR, è stato assegnato a Poste Vita per 249 mln di euro).

Mediobanca assegna un outperform a:

Enel con target di 9,20 euro (Enel Generación Chile ha disconneeso l’impanto di  Bocamina), Erg con obiettivo di 23 euro (potrebbe appellarsi alla decisione del Tar che ha rigettato il progetto di repowering in Sardegna), Franchi Umberto Marmi con fair value di 10,40 euro (l‘assemblea degli azionisti ha approvato il riacquisto di azioni proprie e l’aumento di capitale relativo all’operazione Giulio Vanelli Marmi), Garofalo Health Care con target di 6,20 euro (a novembre è proseguito il trend di miglioramento della tempestività dei pagamenti delle regioni agli operatori sanitari), Iren con obiettivo di 3 euro, Italgas con fair value di 6,50 euro, Poste Italiane con target di 11 euro, Sit con obiettivo di 8 euro (annunciato il closing dell’accordo con Janz), Snam con fair value di 5,15 euro e Telecom Italia con target di 0,63 euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Raccomandazioni di Borsa: i Buy degli analisti da Acea a Webuild

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Cementir a Webuild

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Azimut a Unipol

NEWSLETTER
Iscriviti
X