Manca poco al Liquidity Day

A
A
A
Avatar di Redazione 19 Aprile 2010 | 07:15
Si rinnova l’incontro annuale per i professionisti del Money Market a livello internazionale organizzato da eMID, il Mercato dei Depositi Interbancari ed ASSIOM FOREX, l’Associazione Italiana dei Mercati Finanziari.

Il Liquidity 2010 si terrà a Verona dal 23 al 24 aprile alla presenza di un parterre d’eccezione, in rappresentanza delle realtà maggiormente rappresentative del mercato monetario europeo. Un programma fitto di incontri con autorevoli speaker vedrà alternarsi sessioni sul tema “Il mercato monetario dopo il ritiro delle misure non convenzionali”.

Una delle domande chiave, attorno alle quale i professionisti durante il convegno dibatteranno e cercheranno di dare una risposta, riguarda la reazione del mercato monetario alle decisioni della BCE sul rientro delle misure non convenzionali. Tali misure, infatti, hanno perseguito lo scopo di mantenere stabili i prezzi a medio termine e di consolidare l’ancoraggio rispetto aspettative inflazionistiche. Sostenendo le condizioni di finanziamento, con un’efficacia ben superiore alla mera manovra dei tassi BCE, ha dato un forte segnale in un periodo reso burrascoso per i mercati finanziari a causa della crisi.

E’ certo che gli operatori del mercato monetario abbiano saputo rispondere a questa nuova sfida condividendo con la Banca Centrale quelle innovazioni che dalla gestione del collaterale in pool all’evoluzione del MIC rafforzeranno ulteriormente la struttura operativa delle banche italiane nell’ambito dell’Eurosistema. Certamente restano degli interrogativi sulle nuove proposte di Basilea3 e sul completamento del programma di acquisto di covered bond dalla BCE, ormai giunto a ridosso dell’80% previsto. Gli operatori sono d’accordo nella necessità di rafforzare la qualità del capitale riducendo il ricorso ai titoli ibridi ma – al contempo – sono preoccupati che misure troppo restrittive sulla liquidità a breve possano incidere negativamente su taluni segmenti di mercato monetario.

L’incontro rappresenta per ASSIOM FOREX un’ulteriore occasione per confermarsi punto di riferimento e veicolatore di risposte univoche sulle tematiche di mercato ad operatori e regulator, in un momento cruciale per la fondazione di un nuovo modello economico fondato su normative e regole che rafforzeranno ulteriormente il sistema bancario. Tra i propri obiettivi infatti ASSIOM FOREX ha quello di valorizzare la funzione della Piazza Finanziaria del nostro Paese. L’Associazione conta su un potenziale di circa 1500 soci in rappresentanza di 500 istituzioni finanziarie ed è la più importante Associazione di Operatori Finanziari a livello internazionale, per numero di associati. ASSIOM FOREX sarà anche presente a Rimini all’ITForum attraverso numerose iniziative.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

L’Album della Finanza 2014: Giuseppe Attanà

AssiomForex, un corso sulle strategie di trading a breve e medio termine

Mifid, AssiomForex offre una chiave di lettura degli orientamenti Esma

NEWSLETTER
Iscriviti
X