Scudo fiscale, rush finale

A
A
A
di Redazione 19 Aprile 2010 | 09:00
Conto alla rovescia per lo scudo fiscale. Il 30 aprile è il termine ultimo per chi desidera regolarizzare i capitali detenuti all’estero. I nuovi 4 mesi di scudo porteranno a rientri di capitali per un importo tra i 15 e i 20 miliardi.

Conto alla rovescia per lo scudo fiscale. Il 30 aprile è il termine per chi desidera regolarizzare i capitali detenuti all’estero. Secondo quanto previsto dalla sanatoria gli ultimi ad usufruire di questa possibilità dovranno pagare un’imposta sostitutiva del 7% contro il 6% di chi ha sfruttato lo scudo tra gennaio e febbraio e il 5% di chi ha approfittato dello scudo ter che si è concluso il 15 dicembre scorso.

Secondo quanto riporta quest’oggi l’agenzia Ansa si prevede che i nuovi 4 mesi di scudo (ossia tra gennaio e aprile) porteranno a rientri di capitali per un importo tra i 15 e i 20 miliardi. 

Questa riapertura sta riguardando soprattutto i grandi patrimoni e i beni immobiliari, operazioni considerate tra le più difficili da portare a termine e quindi attese all’ultimo momento. Gli intermediari soprattutto in quest’ultima finestra temporale sarebbero alle prese soprattutto con il rimpatrio giuridico degli immobili, detenute soprattutto nei “paradisi fiscali”. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le private bank vanno a nozze con il nuovo scudo fiscale

Anche la Grecia vara lo scudo fiscale, ma salva i politici

Anche Thohir ha usufruito dello scudo fiscale

NEWSLETTER
Iscriviti
X