EtfPlus, novo record per l’AuM: superati i 100 miliardi di euro nel 2020

A
A
A
di Stefano Fossati 20 Gennaio 2021 | 12:15

EtfPlus, il mercato di Borsa Italiana dedicato a Etf, Etc ed Etn, chiude il 2020 con il record di oltre 100 miliardi di euro di AuM (Asset under management), registrando una crescita del 15,11% rispetto all’anno precedente e un inflow totale di 10,80 miliardi di euro.

Secondo i dati pubblicati nell’Osservatorio EtfPlus, sono 43 i nuovi strumenti (40 Etf e 3 Etc) quotati nel quarto trimestre, per un totale di 134 nuovi strumenti quotati nel 2020. Sono 1334 (1116 Etf e 218 Etc/Etn) gli strumenti disponibili a fine dicembre 2020 sul mercato EtfPlus.

I nuovi emittenti su EtfPlus nel 2020 sono Credit Suisse Asset Management, HANetf Etc, Rize Etf e Tabula AM, per un totale di 25 emittenti di Etp. A fine dicembre, la media giornaliera dei contratti scambiati nell’anno ha raggiunto i 34.790 contratti, +69,67% rispetto al 2019, mentre la media giornaliera del controvalore scambiato nell’anno ha raggiunto 518,08 milioni di euro, +23,44% rispetto al 2019. Il controvalore scambiato con funzionalità Rfq nel quarto trimestre è stato pari a 884,79 milioni di euro, per un totale di 7,55 miliardi di euro nel 2020.

Nel quarto trimestre si sono aggiunti 25 nuovi Etf Esg agli strumenti disponibili su EtfPlus, per un totale di 71 nuovi Etf Esg nel 2020 e 188 strumenti complessivi a fine dicembre.

Tra le principali novità disponibili sul mercato EtfPlus si segnalano i primi due Etf su titoli ibridi di società europee non finanziarie, un nuovo Etf su titoli obbligazionari green, il primo Etf attivo su società globali conformi alle norme della Sharia.

“Nonostante l’anno complesso appena concluso, EtfPlus ha continuato a crescere rafforzando e consolidando il suo ruolo di leadership in Europa”, commenta Silvia Bosoni, Responsabile Etf, Etp e fondi aperti di Borsa Italiana. “Nel 2020 si è registrato in Italia il record storico di oltre 100 miliardi di euro di AuM. Il 2020 rappresenta anche l’anno record per EtfPlus sia per contratti conclusi che per controvalore scambiato in Etp. Questi risultati dimostrano quanto gli investitori apprezzino sempre di più questi strumenti e come il mercato italiano sia diventato un punto di riferimento imprescindibile. Proseguiamo nel 2021 mantenendo alti i nostri obiettivi di efficienza e trasparenza del mercato a servizio della comunità finanziaria”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Borsa Italiana: al via l’Italian Equity Week

DWS Group, tonfo a Francoforte. Indagini USA su investimenti ESG

Borsa Italiana: i rumor sul nuovo amministratore delegato

NEWSLETTER
Iscriviti
X