Bce, al meeting di giovedì saranno mantenute le politiche attuali ma non con il pilota automatico

A
A
A
di Stefano Fossati 20 Gennaio 2021 | 12:30

“In seguito all’annuncio di un nuovo pacchetto di politiche monetarie nella riunione dello scorso dicembre, è improbabile che la Bce annunci nuove misure o modifiche alla sua posizione attuale. Al meeting di giovedì, l’attenzione sarà su tre temi principali”. E’ l’opinione di Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM. Di seguito la sua previsione.

In primo luogo, il focus sarà sui rischi per le prospettive di crescita che a nostro avviso è probabile saranno ancora orientate al ribasso, dato che in molti Paesi sono ancora in vigore misure di distanziamento sociale, che hanno un impatto sulla crescita.

Si osserveranno poi le implicazioni della forza dell’euro sulle prospettive di inflazione. A questo proposito, l’inflazione resta a livelli estremamente bassi, e la stessa Bce si aspetta che l’inflazione Hipc raggiunga solo l’1,4% nel 2023. Questa cifra è poco ambiziosa, considerato che la definizione di stabilità dei prezzi della stessa Bce – come affermato nel 2003 – è “mantenere i tassi d’inflazione al di sotto, ma vicini al 2% nel medio termine”.

Il terzo punto è l’importanza di “condizioni di finanziamento favorevoli“. A dicembre, la Bce ha dichiarato che intende utilizzare i suoi strumenti di crisi per preservare condizioni di finanziamento favorevoli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Bce forse pronta a rottamare il Pepp

Banche, ai soci 6mld di cedole

Le tre variabili per la Germania

NEWSLETTER
Iscriviti
X