Panariagroup, diminuisce il giro d’affari ma aumenta l’Ebitda. L’analisi di Market Insight

A
A
A
di Stefano Fossati 22 Gennaio 2021 | 14:00

A cura di Market Insight

Panariagroup contrasta l’impatto del Covid-19 grazie alle azioni messe in atto e consegue nei primi nove mesi 2020 un progresso dell’Ebitda a 27,7 milioni (+7%) pur in presenza della riduzione dell’8% a 269,8 milioni del giro d’affari. Il conto economico si chiude comunque con un rosso aumentato da 1,8 milioni a 7,5 milioni, causa 6,5 milioni di svalutazioni per impairment. Scenario all’interno del quale il management ha “prontamente reagito modificando le politiche gestionali ed operando per garantirsi una maggior solidità finanziaria, elemento fondamentale per poter guardare alla fase post-Covid con ambiziosi piani di sviluppo industriale e commerciale” come ha affermato il Presidente Emilio Mussini.

 

Modello di business

Panariagroup è uno dei principali player nella produzione di ceramica per pavimenti e rivestimenti, con una focalizzazione nella fascia alta e lusso del mercato. Conta 10.000 clienti, 6 stabilimenti produttivi (3 in Italia, 2 in Portogallo e 1 negli Stati Uniti), ed è presente con una rete commerciale ampia e capillare in oltre 130 paesi nel mondo.

Il gruppo è presente sul mercato internazionale attraverso otto marchi di proprietà: Panaria, Lea, Cotto d’Este, Blustyle, Florida Tile, Margres, Love Tiles e Bellissimo, in grado di soddisfare una clientela diversificata ed attenta alla qualità tecnica ed estetica dei prodotti.

Il gruppo è organizzato in 4 principali Business Unit: BU Italia, BU Usa, BU Portogallo e BU India.

Clicca qui per leggere l’analisi completa

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i test vaccinali spingono i risultati di Roche

Materie prime: ecco il portafoglio in Etc che segna un +84%

Azioni Aim: debutto al rialzo per Giglio.com

NEWSLETTER
Iscriviti
X