S&P 500, febbraio è statisticamente un mesi di ribassi

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Gennaio 2021 | 10:30

L’S&P 500 si avvia a chiudere gennaio con una performance per ora negativa, seppure di poco (-0,14%), dopo aver visuto le prime tre settimane del mese a ridosso di nuovi massimi assoluti. Un risultato, quello complessivo di gennaio, inferiore alla media storica dal 1950 ai giorni nostri, come è possibile notare dal grafico in pagina elaborato dagli analisti di Chart of The Day.

Quali saranno le performance dell’S&P 500 nei prossimi mesi?

Una risposta certa, ovviamente non è data a sapersi al momento. Di certo ci sono però le statistiche che indicano febbraio, insieme a settembre, i mesi mesi peggiori in termini di performance per l’S&P 500.

Aprile, novembre e dicembre invece in base a questa statistica i mesi migliori in termini di performance. Staremo a vedere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dow Jones nell’anno post elettorale: attenzione a febbraio, agosto, settembre e ottobre

“Too good, too bad”

NEWSLETTER
Iscriviti
X