Ftse Mib ancora in un trend laterale

A
A
A
Avatar di Fabio Pioli 29 Gennaio 2021 | 08:45

Contrariamente a quanto potrebbe sembrare guardando un grafico giornaliero, possiamo affermare con certezza osservando il grafico settimanale che non c’è stato alcun trend, fino ad ora, sul future sull’indice Ftse Mib. Come si vede da Figura 1, infatti, siamo ancora in laterale.

Figura 1. Future FtseMib – grafico settimanale

Questa semplice constatazione ci dice però qualcosa di importante: il prossimo trend potrebbe essere al rialzo o al ribasso. E’ cambiata dunque la situazione precedente, in cui si poteva con concretezza cercare solo uno short: adesso si può cercare anche un long. Per il rialzo i livelli che secondo noi vanno osservati sono i 22.300 punti.

Esiste un po’ di lotta tra rialzo e ribasso su Credem, perché, se da una parte il titolo ha superato le sue resistenze mensili diventando quindi rialzista di lungo periodo (Figura 2).

Figura 2. Credem – grafico mensile

dall’altra i supporti settimanali sono invece stati violati al ribasso (Figura 3).

Figura 3. Credem – grafico settimanale.

E’ quindi possibile che si vada dai livelli di circa 4,30 euro fino ai supporti mensili di 3,80 circa per partire poi nuovamente al rialzo?

Non alza più di tanto la testa Astm perché il suo rimbalzo è stato poca cosa rispetto a quello di altri titoli azionari italiani. Il livello importante da monitorare è 16,96 euro, da cui passa la sua trend line supportiva. Sotto tali livelli il nuovo trend ribassista che ne conseguirebbe giustificherebbe uno short (Figura 4).

Figura 4. Astm – grafico settimanale

Fabio Pioli, trader, analista finanziario e fondatore di CFI (www.cfionline.it)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Volkswagen pronta a diventare leader nel settore delle auto elettriche

Mercati, il punto tecnico settimanale di Eugenio Sartorelli (Siat)

Mercati, Fib, Dax ed Euro Stoxx 50 in stand-by. I livelli tecnici da tener d’occhio

NEWSLETTER
Iscriviti
X