Sartorelli (Siat): “S&P 500, sentiment ancora positivo ma attenzione se il Vix sale oltre quota 25”

A
A
A
di Eugenio Sartorelli 8 Febbraio 2021 | 10:00

Eugenio Sartorelli, vice presidente e membro del comitato scientifico della Siat e strategist di Investimentivincenti.it, esamina di seguito le indicazioni fornite dal mercato delle opzioni (letto su base quantitativa) sul principale indice azionario mondiale, ovvero l’S&P 500.

Il mercato delle opzioni, è bene ricordarlo, è formato da specialisti che si posizionano in funzione di poter anticipare cosa potranno fare (o non fare) i mercati sottostanti. Inoltre il mercato Usa è quello dove si concentrano i maggiori volumi relativi alle opzioni.

Azitutto vedremo l’andamento della volatilità implicita sull’S&P500 (dati giornalieri) – ovvero il Vix. Poi vedremo un indicatore sintetico di sentiment da me ideato.

Iniziamo con il grafico aggiornato con i dati di chiusura del 5 febbraio (dati giornalieri a partire dal dicembre 2018):

L’ultimo fatto di rilievo è stato il rialzo del Vix con il picco del 27 gennaio (vedi freccia blu) che è stato poco prima dell’ultimo minimo correttivo di rilievo del mercato il 29 gennaio (vedi freccia rossa). Da lì il Vix è sceso ed ha ben accompagnato la ripresa di forza dell’indiceS&P500. Attualmente il Vix (valore a 20,8) è sotto al suo livello medio a due anni (linea arancione) e poco sopra alla media di lungo periodo.

Per avere una prosecuzione della tendenza rialzista dell’indice Usa è opportuno che il Vix si diriga verso il valore di 20, che poi è la media di lungo periodo. Dal lato opposto valori oltre 25 sarebbero associati a fasi di tensioni e di correzione dei prezzi.

Una informazione più completa possiamo averla da un Indicatore Sintetico di Sentiment di mia ideazione.

Questo indicatore tiene conto di numerosi fattori, soprattutto legato a parametri del mercato delle opzioni, ma non solo.

Come vedete dalla figura, questo l’indicatore di sentiment tende ad assecondare e talvolta anticipare i movimenti dell’S&P500. L’ultimo minimo di questo indicatore è stato il 27 gennaio (vedi freccia rossa), mentre l’S&P500 ha fatto il minimo due giorni dopo. L’indicatore è poi salito celermente ed ora si trova su nuovi massimi di periodo. Pertanto per ora la situazione generale del Sentiment è positiva.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: possibile inversione rialzista per l’Euro/Dollaro

Mercati: il punto tecnico di Sartorelli (Siat)

Mercati: segnale ribassiste sul Dax, Fib ed Euro Stoxx in stand-by

NEWSLETTER
Iscriviti
X