Cfa Research Challenge 2021, al via la nuova edizione con l’analisi finanziaria di Erg

A
A
A
di Stefano Fossati 8 Febbraio 2021 | 18:45

Cfa Society Italy annuncia la partenza della Cfa Research Challenge 2021, la competizione di finanza organizzata da Cfa Institute, alla quale ogni anno partecipano le migliori università al mondo. In collaborazione con FactSet e Kaplan Schweser, Cfa Society Italy coordina la sfida locale che coinvolge gli studenti di dieci atenei italiani e rinnova il suo impegno formativo e professionale a favore degli studenti di dieci tra i migliori atenei italiani.

All’edizione 2021 prendono parte Università Cattolica di Milano, Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari Venezia, Università degli Studi di Firenze, Luiss Guido Carli, Università di Bologna, Libera Università di Bolzano, Università Politecnica delle Marche, Università di Roma Tor Vergata e Università degli Studi di Napoli Federico II. Ciascun team, disponendo delle competenze di merito di un mentor e professionista Cfa e dei sistemi analitici e finanziari FactSet, ha il compito di analizzare una società quotata in Borsa Italiana.

L’oggetto di studio è Erg, primario operatore europeo delle energie rinnovabili è attiva nella produzione di energia da fonte eolica, solare, idroelettrica e termoelettrica cogenerativa ad alto rendimento e a basso impatto ambientale. Erg nasce a Genova nel 1938 ed è quotata alla Borsa di Milano dal 1997. Partendo da una sessione di confronto con l’Head of IR & Csr di Erg, gli studenti in gara dovranno redigere un report “Initial Coverage” e presentare il proprio lavoro in inglese entro il 10 febbraio. Saranno poi giudicati da due panel distinti di professionisti del settore finanziario, tra cui analisti, gestori di portafoglio e responsabili degli investimenti.

Considerando gli standard disposti da Cfa Institute, la competizione si svolge su tre livelli. Alla prima fase nazionale, che si chiude con la vittoria della migliore squadra italiana, seguiranno le fasi regionali e quella globale. ll team vincitore della finale italiana – che si terrà giovedì 1° marzo – avrà l’opportunità di partecipare alla finale regionale Emea il prossimo 20 aprile. La finale globale si disputerà il 22 aprile con le squadre finaliste di Europa, Asia Pacifico e Americhe. L’eccellente grado di preparazione degli studenti del nostro Paese ha permesso al Made in Italy di primeggiare, con il team rappresentativo del Politecnico di Milano, alla finale regionale Emea per ben tre volte, nel 2016, 2014 e nel 2011, e a quella globale nel 2011.

“La Cfa Institute Research Challenge è una competizione altamente formativa, che consente di avvicinare il mondo accademico a quello professionale e delle società”, sottolinea Giancarlo Sandrin, Presidente di Cfa Society Italy. “Questa competizione consente inoltre di poter dar luce, in un contesto globale, non solo alle nostre Università, che come spesso è accaduto negli anni passati, si sono posizionate tra le finaliste, ma permette anche di far conoscere brillanti realtà italiane come Erg che quest’anno sarà oggetto di analisi. Siamo lieti di collaborare con aziende di successo a valore aggiunto come FactSet e Kaplan Schweser, che supportano la realizzazione dell’iniziativa”.

“Accompagnare gli studenti nella Cfa Institute Research Challenge quest’anno è una sfida ancora più grande e l’impegno di Cfa Society Italy per la formazione è senz’altro in cima alle priorità dell’associazione”, commenta Giuseppe Quarto di Palo, membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione, che coordina l’organizzazione dell’Investment Research Challenge in Italia. “La competizione è tutt’ora un’attività entusiasmante anche perché, di anno in anno, il livello della competizione diventa sempre più elevato e gli studenti italiani se la giocano a pieno titolo con le più importanti università e business school del mondo, come dimostrato dai successi ottenuti delle nostre università negli anni passati. Infatti, nel 2011 abbiamo assistito alla vittoria globale del Politecnico, e negli anni successivi 2014 e 2016 al trionfo dello stesso a livello Emea”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: il Cfa Sentiment Index resta a ridosso dei massimi

Investimenti: il Cfa Sentiment Index al massimo storico

Investimenti: il Cfa Sentiment Index torna sui massimi del 2016

NEWSLETTER
Iscriviti
X