Intesa Sanpaolo, Siniscalco si ritira

A
A
A
di Redazione 29 Aprile 2010 | 15:00
Siniscalco ritira la sua disponibilità per succedere a Salza, ora la Compagnia San Paolo e il Consiglio guardano a Beltratti.

Il consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo, in polemica aperta con la con la Compagnia di San Paolo e il suo presidente, Angelo Benessia, dovrà fare a meno di Domenico Siniscalco.
Il neo presidente di Assogestioni, infatti, ha ritirato la sua disponibilità, come ha spiegato alle agenzia di stampa:

“Ho ritirato la mia disponibilità per il consiglio di gestione in polemica con la Compagnia di San Paolo e il suo presidente che in 15 giorni non sono nemmeno riusciti a formulare una candidatura unica per la presidenza del consiglio di gestione”, ha affermato.
L’ex ministro, in una nota, ha inoltre ringraziato il sindaco di Torino Sergio Chiamparino e “tutti gli azionisti che hanno manifestato il loro apprezzamento”.

Dopo questa comunicazione, il favorito per la successione di Salza diventa Andrea Beltratti, indicato dalla Compagnia insieme a Siniscalco
La scelta del torinese insegnante dell’Università Bocconi di Milano, rappresenta una mediazione tra l’ipotesi di una conferma di Salza, che comporterebbe una rottura con i soci torinesi, e l’opzione ora irrealizzabile della nomina di Siniscalco. Quest’ultima scelta era stata avanzata dal presidente della Compagnia di San Paolo, Angelo Benessia, e aveva provocato perplessità tra gli altri grandi azionisti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X