Elkann, Exor è pronta ad accogliere nuovi soci

A
A
A

Durante l’assemblea degli azionisti di Exor, il nipote di Agnelli non ha escluso una possibile diluizione della controllante in Fiat qualora dovessero esserci operazioni straordinarie.

di Redazione30 aprile 2010 | 08:45

John Elkann apre alla possibilità di far entrare altri soci nel capitale di Exor, la controllante di Fiat che fa capo all’accomandita della famiglia Agnelli, qualora dovessero esserci altre fusioni o acquisizioni nel business dell’auto. “La Fiat non ha bisogno di altri soci – ha detto ieri il presidente durante l’assemblea degli azionisti di Exor – l’accordo con Chrysler prospetta una solidità che non abbisogna di altri azionisti e che fa prevedere operazioni straordinarie. Se tuttavia operazioni di questo genere dovessero esserci in futuro, noi saremo disposti a seguirle e anche a diluirci perché preferiamo essere azionisti di una Fiat più grande piuttosto che impedire che questo avvenga”.

Il nipote dell’Avvocato ha inoltre escluso che la famiglia Agnelli abbia in programma lo scioglimento della accomandita Giovanni Agnelli&C, e di essere fiducioso per il 2010, un anno in cui “la maggiore parte delle società partecipate da Exor saranno in grado di distribuire dividendi”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

La blockchain entra in banca con we.trade

La compagnia europea we.trade ha fatto sapere di aver completato le prime transazioni dal vivo sull ...

Consulenza previdenziale: gli etf piacciono ai fondi pensione

I risultati di una ricerca promossa da DWS rivela il crescente utilizzo degli etf e di altre soluzio ...

Asset allocation, è la (s)volta degli emergenti

Esistono segnali che indicano la vicinanza a un punto di svolta ...