Disoccupazione, livello record dal 2002

A
A
A

L’Istat rileva per l’Italia un tasso di disoccupazione a quota 8,8%, la percentuale più alta mai raggiunta da otto anni a questa parte.

Avatar di Redazione30 aprile 2010 | 13:00

Il tasso di disoccupazione in Italia nel mese di marzo raggiunge quota 8,8%, il livello più alto dal 2002, all’interno di una congiuntura economica che porterà l’Italia a bruciare posti di lavoro per gran parte del 2010, secondo gli economisti.

Secondo l’Istat, il tasso di disoccupazione sale di due decimi di punto rispetto a marzo e di un punto percentuale su febbraio 2009, quando era pari al 7,8%.

Il dato è superiore alla mediana delle stime raccolte da Reuters tra gli analisti, che indicava un tasso all’8,6% come in febbraio (rivisto però dall’8,5% della stima preliminare).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Usa, la disoccupazione torna a livelli pre-crisi, le borse festeggiano

Usa: mercato del lavoro sempre più forte

Istat: a settembre meno disoccupati, ma anche meno occupati

Ti può anche interessare

Lo spettro della recessione si avvicina. Le sfide dei leader europei

Uno dei termini che ultimamente aleggia come uno spettro sulle menti europee e, soprattutto su quell ...

Borse, rimbalzo Usa ma il 2018 è magro

Mercati in difficoltà ...

Trump-Powell: duello a distanza

Il Presidente della Fed in un'intervista ha detto: "La legge è chiara: ho un mandato di quattro ann ...