Milano chiude in lieve rialzo. Exor è il miglior titolo

A
A
A
di Redazione 3 Maggio 2010 | 16:00
L’indice Ftse/Mib chiude la prima seduta della settimana in lieve rialzo dopo un avvio in calo. L’indice Ftse Mib ha terminato la giornata in progresso dello 0,31% a 21.628 punti mentre il Ftse IT All Share ha segnato un +0,30% a 22.248 punti.

L’indice Ftse/Mib chiude la prima seduta della settimana in lieve rialzo dopo un avvio in calo. L’indice Ftse Mib ha terminato la giornata in progresso dello 0,31% a 21.628 punti mentre il Ftse IT All Share ha segnato un +0,30% a 22.248 punti. Miglior performance per Exor (holding che

controlla Fiat) mentre più limitato il rialzo del Lingotto che alle 18 attende i dati sulle immatricolazioni di aprile.

Denaro su Pirelli & C. sull’imminente approvazione da parte del board dello spinoff del ramo immobiliare. Bene anche CIR grazie all’upgrade di

Cheuvreux. Cede terreno Azimut mentre tra le banche flessione per Mps e Bpm.

 

 

L’indice EuroStoxx50 termina gli scambi in sostanziale parità dopo un avvio in calo sui timori che il pacchetto di salvataggio della Grecia possa incontrare degli ostacoli politici. A consentire un flebile recupero è stata la partenza positiva di Wall Street. A livello settoriale, bene le utilities ed i retail mentre a livello di singoli titoli, positivi Axa e Ing tra gli assicurativi, Agricole e SocGen tra le banche. Vendute Bayer e l’accoppiata spagnola

Santander e BBVA.

 

 

Negli Stati Uniti il settore manifatturiero è cresciuto per il nono mese consecutivo ad aprile ai massimi degli ultimi 6 anni, registrando 60,4 pts dal 59,6 di

marzo, sopra il consensus medio degli analisti che avevano previsto una crescita limitata a 60. Negli Stati Uniti i redditi personali sono cresciuti dello 0,3% a marzo, in linea con le attese e contro un dato precedente invariato. I

 

In chiusura dei mercati europei la moneta unica scambia in calo nei confronti di sterlina, yen e dollaro (sotto 1,32 nei confronti del biglietto verde) in scia ai dubbi sulla capacità della Grecia di lanciare un nuovo piano di austerità in cambio degli aiuti di emergenza. Petrolio Wti Usa in crescita in area USD86,5 al barile.

 

 

Tratto dalla newsletter 7 P.M. sintesi serale di Unicredit Corporate & Investment Banking

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X