Ubs, il trimestre del riscatto

A
A
A
di Redazione 4 Maggio 2010 | 08:15
L’istituto svizzero batte le attese degli analisti totalizzando un utile netto di 2,2 miliardi di franchi, contro un rosso di quasi 2 miliardi registrato nello stesso periodo del 2009.

Primo trimestre 2010 all’insegna del riscatto per Ubs. La prima banca svizzera, infatti, nel periodo fiscale chiusosi al 31 marzo, ha battuto le attese degli analisti, mettendo a segno un utile netto trimestrale di 2,2 miliardi di franchi svizzeri, in crescita dell´83% rispetto al trimestre precedente.
Il dato si confronta con un rosso di 1,98 miliardi di franchi accusato nello stesso periodo dello scorso anno.

Il risultato di Ubs batte il consensus degli analisti di mercato, convinti che la banca avrebbe realizzato un utile di 1,99 miliardi.
 
Il numero uno dell’istituto, Oswald Gruebel, ha affermato che Ubs è sulla strada giusta per rispettare gli obiettivi indicati per il medio-termine e ha affermato inoltre di aspettarsi “un graduale miglioramento nei risultati del wealth management e dell’asset management”.
Gruebel ha aggiunto che i deflussi netti di nuovo denaro, scesi a circa 18 miliardi di franchi nel wealth management e nell’asset management dai 56 miliardi del trimestre precedente, sono attesi “a livelli relativamente moderati nel breve termine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche: per Ubs una trimestrale migliore delle attese

Ubs AM, tutte le prossime tappe del roadshow

Top 10 Bluerating: Ubs bis per la Sterlina

NEWSLETTER
Iscriviti
X