Apple segna nuovi massimi storici a Wall Street

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi20 marzo 2017 | 17:30

APPLE TOCCA NUOVI RECORD STORICI – Tim Cook non sarà mai Steve Jobs, ma da quando il nuovo numero uno ha preso le redini di Apple, nel 2011, ha provato a far entrare il gruppo di Cupertino in nuovi ambiti tecnologici, dalle auto con pilota automatico alla realtà virtuale, dall’intelligenza artificiale alla televisione in streaming. E il mercato, poco alla volta, sembra dargli ragione, col titolo che oggi a Wall Street tocca nuovi massimi storici a 141,33 dollari per azione, circa un punto percentuale più di venerdì scorso e una sessantina di centesimi rispetto al precedente massimo storico toccato giovedì scorso a 140,69 dollari per azione, anche grazie ad un articolo positivo apparso nel fine settimana su Barron’s in cui si dice che il titolo potrebbe salire di un altro 10% nei prossimi mesi.

LA SPINTA DELLA REALTA’ VIRTUALE E AUMENTATA – Proprio la realtà virtuale e la realtà aumentata sembrano essere l’ultimo motivo d’interesse per il titolo Apple da parte degli investitori, dopo le mosse che negli ultimi due anni sono state fatte già da concorrenti del calibro di Google, Facebook, Sony e Microsoft. Apple starebbe cercando di recuperare terreno lavorando su più prodotti o funzionalità di realtà virtuale e aumentata (VR/AR) che potrebbero presto essere incorporate in un iPhone. Proprio gli smartphone rischiano del resto di essere le vere vittime della rivoluzioneVR/AR, un mercato che secondo alcune stime potrebbero entro il 2024 valere un’ottantina di miliardi di dollari a livello mondiale, nonostante un avvio non proprio entusiasmante in termini di vendite (e ancor meno di margini) nel 2015 e nel 2016.

CRESCERE PER NON ESSERE SCAVALCATI – Costruire nuovi prodotti di VR/AR non sarà facile, ma rischia di essere la sola strada che può essere percorsa per crescere ancora e tenere il passo coi concorrenti: del resto ai livelli attuali Apple vale circa 735 miliardi di dollari e registra un rialzo di quasi il 37% rispetto a 12 mesi fa, mentre Alphabet (holding cui fa capo Google) è salita a 592 miliardi di capitalizzazione (+15% nell’ultimo anno), la “vecchia” Microsoft vale ancora oltre 500 miliardi (+24,5% a un anno) e Facebook si è portata sui 404 miliardi di capitalizzazione (+25,5% a 12 mesi). Per Tim Cook, insomma, oltre alla soddisfazione di veder crescere le quotazioni di Apple e il valore delle sue stock option la strategia è semplice: crescere per non essere superati dai concorrenti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Apple Card, la nuova carta di credito della mela morsicata

Gestori globali, ecco i titoli preferiti

Apple lancia una nuova carta di credito con Goldman Sachs

Apple, la Mela è caduta in testa alle borse

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Apple cade in borsa, vende meno iPhone del previsto

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Da Apple bonus multimilionario a Tim Cook

Wall Street, Apple perde quota dopo la trimestrale

La giornata a New York: occhio a Apple, GM, Ford e le banche

Apple Pay, presto il debutto in Italia

Non combattete la disruption

Addio petrolio, benvenuta tecnologia: quali erano le 5 aziende di maggior valore nel 2006 e quali sono nel 2016

Wall Street perde quota, delude la trimestrale di Apple

Perché Apple non convince i cinesi (con il suo ultimo evento)?

Wall Street in stallo: brilla Monsanto, incerta Apple

Apple Pay si muove: avviati i primi contatti con le banche italiane

Apple reaches a new milestone: 1 billion iPhones sold

Apple mette di buon umore Wall Street

Apple Pay ora disponibile per Visa in Svizzera

Anche Equitalia si fa digital, lanciata l’app per pagare via mobile e tablet

Google non sarà mai una banca

Apple Pay sbarca anche in Canada

Promotori, le 5 app da mettere al polso

New York sottotono, calo di Apple pesa più del recupero del greggio

Apple piace agli investitori di New York

Apple, la iBank si fa sempre più vicina

Wall Street spera in una ripresa più solida

Bnp Paribas, idee per investire su Apple

Apple attacca Nokia: “copiano”

Ti può anche interessare

Eurizon, viva il Lussemburgo

Dalla management company del Granducato un cedolone di 270 milioni, oltre la metà del profitto del ...

Cf, aprire un conto corrente a casa del cliente

IWBank Private Investments lancia la prima soluzione bancaria digitale attivabile nell’ambito dell ...

Violazione del monomandato, Consob non perdona

Radiazione del sig. Giovanni Picci dall'albo unico dei consulenti finanziari ...