Real Estate – IGD SIIQ, l’utile cresce del 15,8%

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2010 | 13:30
Utile netto in crescita per la real estate company IGD SIIQ. Il gruppo ha infatti chiuso i primi tre mesi con un profitto di 8,46 milioni di euro, dai 7,30 milioni dell’analogo periodo dello scorso anno.

Utile netto in crescita per la real estate company IGD SIIQ. Il gruppo ha infatti chiuso i primi tre mesi con un profitto di 8,46 milioni di euro, dai 7,30 milioni dell’analogo periodo dello scorso anno.

 

Il margine operativo lordo è risultato pari a 20,10 milioni, con un incremento del 17,74% rispetto ai 17,07 milioni di euro registrati al 31 marzo 2009, mentre l’Ebitda Margin, calcolato sui ricavi gestionali, è pari al 71,58%, in crescita del 4,71% rispetto al dato relativo al primo trimestre del 2009, quando era pari al 68,36%. Il risultato operativo e’ pari a 19,62 milioni di euro, in aumento del 18,64% rispetto ai 16,54 milioni registrati al 31 marzo 2009.

 

I ricavi totali si sono attestati a 29,90 milioni, in crescita del 11,53% rispetto ai 26,81 milioni registrati nel primo trimestre 2009. Tale incremento e’ principalmente riconducibile agli effetti delle nuove aperture effettuate nell’arco dello scorso anno. 2009. In particolare, la crescita piu’ significativa e’ stata registrata nell’area del core business del gruppo, dove i ricavi da attivita’ locativa sono incrementati, rispetto allo stesso periodo del 2009, del 12,03%. I ricavi da servizi, pari a 1,12 milioni di euro, sono aumentati del 21,69% rispetto allo stesso periodo del 2009.

 

L’indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2010 del Gruppo Igd e’ pari a 1,029 miliardi di euro, sostanzialmente invariato rispetto al 31 dicembre 2009, quando era pari a era 1,027 miliardi di euro.

 

“Siamo molto soddisfatti dei buoni risultati raggiunti dal nostro Gruppo anche in questo primo trimestre del 2010, un periodo ancora difficile a causa del perdurare delle incertezze e dei rischi connessi al trend sfavorevole che caratterizza il quadro macroeconomico, con particolare riferimento alla instabilita’ dei mercati finanziari, al calo dei consumi e con ripercussioni sul settore immobiliare, sia italiano che internazionale” ha dichiarato Claudio Albertini, a.d. di Igd. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X