Wall Street, dopo il crollo arrivano le regole

A
A
A
di Matteo Chiamenti 19 Maggio 2010 | 10:45
Ci eravamo lasciati con la strana, per non dire molto strana, vicenda del capitombolo di Wall Street del 6 maggio…

Ebbene, nel mentre della trasmissione dei risultati preliminari delle indagini effettuate, con la quali le autorità precisano di non essere ancora riuscite a isolare una singola causa alla base del crollo, anche se l’attenzione è concentrata sul contratto future E-Mini S&P 500, sembra essere giunto il momento della tanto sperata svolta. Quella normativa.

Come riportato stamane dal Sole 24 Ore la Sec avrebbe pronta la sua ricetta per introdurre nuove regole per i titoli dello S&P 500; la stessa sarà sottoposta a 10 giorni di consultazione, per poi essere sperimentata fino al 10 dicembre prossimo. Gli interruttori automatici interverranno, provocando delle pause, nel caso in cui i prezzi dei titoli subiscano variazioni del 10% in cinque minuti. «Ritengo che gli interruttori automatici per i singoli titoli potrebbero aiutare a limitare la volatilità in modo significativo» osserva il presidente della Sec Mary Schapiro. Durante il periodo di prova delle nuove misure, lo staff della consob americana valuterà ulteriori misure.

Dal mondo degli operatori sembra provenire una positiva reazione, anche se non ci è dato sapere se si tratti di facciata o meno. Stando a quanto afferma il Nyse Euronext, gli interruttori automatici aumenteranno le tutele per gli investitori e rappresentano “un significativo passo nel riaffermare l’integrità e la fiducia nel mercato dei capitali americano”. Speriamo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X