Cresce a sorpresa la disoccupazione in Usa e l’Europa va in rosso

A
A
A
di Redazione 20 Maggio 2010 | 13:30
I sussidi settimanali salgono a 25.000 unità contro le stime degli analisti, che si aspettavano un calo di 4.000. Le piazze europee, dopo una mattinata di rialzi, virano in negativo. In calo Milano nonostante i buoni dati macro su fatturato e ordinativi industria italiana.

I sussidi settimanali di disoccupazione negli Usa salgono a sorpresa di 25.000 unità attestandosi a 471.000 contro le stime degli analisti, che si aspettavano un calo di 4.000 unità. Nella media delle ultime quattro settimane le richieste continuano però ad avanzare, passando da 450.000 a 453.000. A livello continuativo i sussidi scendono a 4,625 da 4,665 milioni. Le piazze europee non hanno reagito bene alla notizia, ampliando le perdite messe a segno a partire da metà giornata (dopo una mattinata di rialzi). Londra perde l’1,5%, Francoforte l’1,73%, Parigi il 2,1%, Atene il 3,2%, Madrid l’1,74% e Lisbona lo 0,98%.

In rosso anche a Milano (-1,56%), nonostante le buone notizie sul fronte macroeconomico: Bankitalia ha comunicato che il saldo di parte corrente della bilancia dei pagamenti italiani si è ridotto a marzo a 5,284 miliardi, in miglioramento dal disavanzo di 5,699 miliardi di marzo 2009.

Sempre in giornata l’Istat ha comunicato gli indici destagionalizzati del fatturato e degli ordinativi per il mese di marzo, che rispetto a febbraio sono cresciuti dell’1,5% il primo e dell’1% il secondo. Nel confronto degli ultimi tre mesi (gennaio-marzo) con i tre mesi immediatamente precedenti (ottobre-dicembre) le variazioni congiunturali sono state pari a più 3,5 per cento per il fatturato e a più 1,3 per cento per gli ordinativi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X