Borse, l’asta spagnola infonde fiducia ai mercati

A
A
A
di Redazione 15 Giugno 2010 | 16:00
Dopo una mattinata tiepida, nel primo pomeriggio i listini europei hanno accelerato al rialzo. Complici la buona domanda per le aste del debito di Sparna e Irlanda e l’avvio positivo di Wall Street.

Giornata positive per le principali piazza europee, nonostante la partenza in sordina dovuta alla bocciatura dei titoli della Grecia a “junk” da parte di Moody’s, avvenuta nella serata di ieri. Nel primo pomeriggio i listini hanno accelerato al rialzo rassicurati dalla buona domanda per le aste di debito governativo in Irlanda e in Spagna.

Al tono positivo ha contribuito l’avvio positivo di Wall Street. A trainare i rialzi è stata Milano (+1,95%), seguita dalla Spagna (+1,58%). Irlanda, Francia  e Germania chiudono tutte con un rialzo dello 0,96%. Bene l’Eurostoxx 50 (+1,23%), mentre il Ftse 100 archivia la giornata a +0,3%.

A Piazza Affari, il denaro ha premiato i bancari, in linea con le altre borse europee, con Unicredit a +3,97%, seguita da Mps (+3,25%) e Intesa Sanpaolo (+3,13%). Tra gli industriali ha brillato Stm (+3,22%), Mediaset (+2,98%), sulla scia del buon risultato messo a segno da BSkyb (+18%). La società inglese beneficia delle attese su un possibile rialzo dell’offerta lanciata dal suo maggiore azionista, la News Corp di Rupert Murdoch. Bene Telecom (+2,39%), dopo che Credit Suisse ha confermato il rating outperform su quest’ultima.

Male Geox (-2,04%), “downgradata” da Ubs a “sell” da “neutral”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X