Citi: il vero rally arriverà in autunno

A
A
A
di Redazione 28 Giugno 2010 | 10:00
Gli analisti di Citi non concordano con quanti sostengono il rimbalzo estivo: “ancora pressioni” sul breve termine. Per una vera versione di tendenza bisognerà attendere (almeno) il mese di settembre.

Le recenti pressioni sul mercato azionario e obbligazionario minano un possibile, immediato, rimbalzo dei listini. Nonostante questo, la vision di lungo termine è chiara: la ripresa sarà irregolare, ma sostenuta. E’ quanto sostengono gli analisti di Citi nell’odierno “Global Economic Outlook & Strategy”, precisando che sarà trainata più dall’Asia che non dall’Europa. Il dragone, prosegue il report, continuerà a crescere rapidamente nei prossimi due anni e le maggiori banche centrali (Fed, Ecb) eviteranno di restringere la politica monetaria, mentre le iniezioni di liquidità resteranno elevate per facilitare l’accesso al credito.

“La crescita Usa è ancora sotto assalto”, precisa Robert DiClemente, a causa della rinnovata debolezza del mercato real estate: “ma i recenti dati positivi sugli investimenti di capitale e l’intenzione della Fed di voler promuovere la stabilità finanziaria rappresentano due step per una crescita duratura”.

“Non siamo d’accordo con coloro che sostengono un rapido upside nei prossimi mesi”, aggiunge Tobias Levkovich, strategist per il mercato Usa. Elementi che possono indebolire il rally sono una maggiore tassazione, i trend del mercato valutario, i tagli degli stimoli fiscali. Tutti deterrenti che “difficilmente possono essere apprezzati prima della fine di luglio”. Pertanto, conclude, “per un vero rally dei mercati bisogna attendere settembre/ottobre”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X