Blueindex, Unicredit: le grandi manovre spingono il titolo in negativo

A
A
A
di Redazione 29 Giugno 2010 | 13:30
In una giornata negativa per le banche, Unicredit amplia le perdite nonostante la promozione di Credit Suisse. L’entrata del fondo arabo Aabar avrebbe fatto storcere il naso agli investitori privati, che starebbero spingendo Luigi Maramotti alla vicepresidenza.

Le indiscrezioni su di un possibile cambio al vertice di Unicredit non piacciono al mercato. Così, nonostante la promozione di Credit Suisse sul titolo di Piazza Cordusio, metà giornata l’azione cede del 3,78%, meno del Banco Popolare (-2,7%), anch’esso consigliato dagli analisti elvetici, e più di Pop Milano (-4,06%) e Intesa (-4,42%), che soffre il downgrade di giudizio.

Secondo quanto riportato questa mattina da Milano Finanza, il recente rafforzamento del fondo Aabar avrebbe sconvolto gli assetti proprietari e destato la preoccupazioni non solo delle fondazioni, già in allerta da quando l’ad Alessandro Profumo aveva avviato il progetto di banca unica, ma anche degli azionisti privati, che puntano ad offrire la vicepresidenza a Luigi Maramotti, patron di Max Mara, azionista di riferimento del Credem e attuale consigliere di Piazza Cordusio.  L’industriale emiliano, forte dell’appoggio della famiglia Pesenti, già ai tempi del bancone aveva sollevato perplessità sull’assetto gestionale dell’istituto, spingendo i vertici alla scelta di un country  manager per l’Italia.

Le perplessità sarebbero rinate pochi giorni fa, quando il management di Unicredit ha spiazzato tutti con la notizia dell’entrata di Aabar nel capitale della banca. Da qui l’intenzione, da parte dei grandi soci, di chiedere una maggiore partecipazione alla gestione, con Maramotti vice-presidente.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X