Borse sottotono, pesano le incognite su crescita e ripresa

A
A
A
di Redazione 15 Luglio 2010 | 16:15
I dati macro provenienti dagli Usa pesano sui listini europei. Milano archivia la giornata in rosso, trainata da bancari e industriali.

Ancora una giornata in rosso per i listini europei. Partiti in sordina a causa della revisione al ribasso sulla crescita da parte della Fed, hanno allargato ulteriormente le perdite dopo i dati Usa diffusi nel pomeriggio: l’indice della Federal Reserve di Philadelphia è sceso a 5,1 punti dagli 8 di giugno, mentre la  produzione industriale ha registrato una crescita di appena lo 0,1% (rispetto al +1,3% segnato a maggio).

Così, il Ftse Mib ha archiviato le contrattazioni in calo di circa l’1,6%, l’Eurostoxx dell’1,32%, il Cac40 dell’1,41%. Male anche le piazze americane, con il Dow Jones a -0,86% e il Nasdaq a -0,69%.

A Milano, deboli i bancari, con Intesa a -2,63%, Mps a – 2,30%, Banco Popolare a -2,39%. Cedono terreno anche Buzzi (-2,54%) e Atlantia (-2,38%)sull’ipotesi di uscita di Abertis dal capitale. Storna Stm (-2,38%) dopo i rialzi di ieri in scia ai conti di Intel. In netta controtendenza Lottomatica che balza del 4%, recupera terreno anche Azimut.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X