Torna l’ottimismo, l’Europa chiude in forte rialzo

A
A
A
di Redazione 22 Luglio 2010 | 16:00
Dopo un avvio in rosso, i mercati europei prendono la via del rialzo incoraggiati dai dati macro positivi e dell’apertura sprint di Wall Street, nonostante il dato negativo sull’occupazione. Brilla Parigi (+3,05%), seguita da Milano (+2,76%).

Giornata di forti rialzi per le piazze europee. Partite in rosso, hanno messo la retromarcia a metà giornata, beneficiando dei dati macroeconomici positivi e dall’apertura in sprint di Wall Street, spinta da alcuni trimestrali all’insegna della crescita. A trainare i rialzi è stata Parigi (+3,05%), seguita da Milano (+2,76%), Madrid (+2,46%) e Francoforte (+2,41%). Bene l’Eurostoxx 50 (+2,81%). Oltreoceano proseguono positivi i principali indici, con il Nasdaq a + 2,74%, il Dow Jones a +2,18% e l’S&P 500 a +2,41%. Sul fronte valutario la giornata è stata positiva anche per l’euro, che ha recuperato terreno nei confronti del dollaro, salendo dello 0,9% a 1,29.

Secondo le stime flash degli indici Pmi Markit, in area euro sia il settore manifatturiero che quello dei servizi hanno mostrato in luglio un’accelerazione rispetto al mese precedente, sorprendendo anche gli economisti che invece si attendevano un lieve rallentamento. Nel dettaglio, il Pmi servizi è cresciuto in luglio a 56 punti dal 55,5 di giugno (consensus a 55), mentre il manifatturiero è salito a 56,5 da 55,6 (atteso 55,2).

Negli Stati Uniti, le vendite di case esistenti sono scese in giugno, ma meno delle attese (-5,1% rispetto a maggio a fronte di un calo stimato attorno all08%), mentre i prezzi medi hanno visto un rialzo (+1%). Dall’altra parte, però, le nuove richieste di sussidi settimanali di disoccupazione sono salite a 464.000 dalle precedenti 429.000. Il dato, peggiore delle attese (445.000 ), è passato inosservato, con i mercati euforici anche a fronte della trimestrale positiva messa a segno da eBay (+40 centesimi l’eps contro i +38 centesimi attesi), mentre Qualcomm ha rivisto al rialzo le attese per il 2010.

A Milano, ha brillato Fiat (+2,12), promossa da alcuni upgrade all’indomani dei buoni risultati del trimestre, migliori del consensus. Commerzbank ha portato la raccomandazione da Sell a Hold, menre Nomura ha alzato il target price da 10,5 euro a 11 euro. Impregilo è salita del 3,48%, dopo la notizia di una commessa da 1,1 miliardi per la costruzione di una strada in Colombia. I tempi stimati per completare il progetto sono di 4-6 anni. Bene Tod’s (+6,39%), dopo aver chiuso il primo semestre con una crescita del fatturato del 5,2% a 377,5 milioni di euro, grazie in particolare ai mercati nordamericani ed emergenti. Positivi i bancari: secondo indiscrezioni, Intesa (+4,75%) e Unicredit (+3,12%) avrebbero ottenuto i risultati migliori durante gli stress test, che saranno resi pubblici domani.

Dati e Testi tratti dalla newsletter di Unicredit.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X