Eurozona, si ferma la disoccupazione. Non l’inflazione

A
A
A
Avatar di Redazione 30 Luglio 2010 | 11:30
In crescita l’inflazione dell’Unione Europea. L’Italia registra, anno su anno, un balzo record. La disoccupazione è stabile. E nel nostro paese…

Nell’attesa di conoscere la nuova lettura del Pil degli Stati Uniti per il secondo trimestre 2010 (le previsioni parlano di un 2,5%) la mattinata di venerdì 30 luglio ha visto la diffusione dei dati relativi a inflazione e disoccupazione di Eurolandia.

Per quanto riguarda l’inflazione, secondo l’Eurostat, a luglio si è dovrebbe attestare all’1,7%, contro l’1,4% registrato a giugno. In Italia, invece, l’Istat prevede un’inflazione pari all’1,7%, in calo dello 0,9% rispetto a giugno, ma in crescita dell’1,8% rispetto allo stesso mese del 2008 (una crescita record anno su anno).

In diminuzione, invece, il dato relativo alla disoccupazione. Dopo essere rimasto stabile all’8,6% da marzo a maggio, nel mese di giugno il dato destagionalizzato è sceso all’8,5% in Italia (era pari al 7,8% a giugno del 2009). La situazione è invece ancora stabile nell’Eurozona che, secondo l’Eurostat, a giugno ha visto un tasso di disoccupazione fermo al 10%

Anche per l’Ue a 27 stati membri, a giugno la disoccupazione è rimasta stabile rispetto al mese precedente al 9,6%. Tra in singoli stati, il tasso di disoccupazione più basso è stato registrato in Austria (3,9%) e Olanda (4,4%), mentre il più alto in Spagna (20%), Lettonia (20%) ed Estonia (19%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Esplode la volatilità sui tassi. Le Banche Centrali hanno un problema.

Inflazione, Fugnoli (Kairos): “Sta arrivando, state calmi ma non troppo”

La view macro e l’asset allocation di Allianz GI per i prossimi mesi

NEWSLETTER
Iscriviti
X