Usa, i flussi netti salgano a 44,4 miliardi di dollari

A
A
A

La Cina riduce la quota di titoli di Stato Usa, ma resta il principale creditore degli Stati Uniti i cui flussi netti di capitale investito a giugno hanno registrato un saldo positivo di…

Avatar di Redazione16 agosto 2010 | 14:15

Gli investitori cinesi hanno ridotto la loro quota in titoli di Stato americani, portandola ai minimi da un anno. È quanto emerge dalle rilevazioni del Tesoro statunitense, che rilevano come in giugno la Cina abbia ridotto la propria quota del 2,8% a 843,7 miliardi di dollari a fronte dei 867,7 miliardi di dollari di maggio.

Nel mese di giugno negli Stati Uniti i flussi netti di capitale investito a lungo termine hanno registrato un saldo positivo di 44,4 miliardi di dollari, in rialzo rispetto agli 35,4 miliardi di maggio. Nel dettaglio, gli investitori esteri hanno acquistato titoli Usa a lungo termine per 33,9 miliardi (16,6 da privati e 17,3 miliardi da istituzioni), mentre gli investitori americani hanno venduto titoli esteri a lungo termine per 10,4 miliardi. 

Tra i paesi che hanno maggiormente acquistato titoli Usa la Cina si afferma comunque come il primo creditore estero, seguito dal Giappone (803,6 miliardi di dollari, +2,1% su maggio) e dalla Gran Bretagna (362,6 miliardi di dollari, +3,6% su maggio). 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

State Street, un progetto pilota per gli asset digitali

Asset allocation: qualche spunto per chiudere l’anno

Nasce la nuova Tv 100% Business News

Ti può anche interessare

Guerra dei dazi, tregua di Trump sulle auto

Donald Trump avrebbe deciso di far slittare la decisione sulle tariffe sulle auto di sei mesi. L'ann ...

Conti correnti, come salvarsi dalla guerra al contante

Anche in Italia è partita ufficialmente la guerra all’uso dei contanti. Portata avanti su due ...

Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

Lo definiscono un golpe quello perpetrato dal premier britannico, Boris Johnson, che ha chiesto alla ...