Con l’A380 Airbus batte Boeing

A
A
A
di Eliana Pelucchi 18 Agosto 2010 | 11:00
La sfida tra i cieli

Si è aperto nel migliore dei modi l’Air show di Farnborough per i colossi dell’aviazione
Airbus e Boeing, pronti a darsi battaglia non soltanto sui mercati, ma anche in sede legale dopo la decisione del Wto, l’organizzazione mondiale del commercio che ha definito illegali gli aiuti pubblici ricevuti dal costruttore di Tolosa. Le due società hanno annunciato di aver ricevuto complessivamente 189 ordini, più del doppio del totale rispetto a quelli ricevuti l’anno scorso durante la fiera di Parigi. Airbus ha ricevuto ordini per 122 aerei per un valore di 11,6 miliardi di dollari mentre Boeing ne ha collezionati 67 per una somma pari a 7,5 miliardi di dollari. La spinta agli acquisti è venuta soprattutto dalle compagnie di leasing, come General Electric, che attraverso la divisione Gecas ha ordinato 40 Boeing 737-800 e 60 Airbus A320 per un costo totale di circa 8 miliardi di dollari. La rivale Air Lease di Steve Udvar-Hazy si è portata a casa 51 Airbus A320 per 4,4 miliardi di dollari. Gli analisti spiegano che le compagnie di leasing, che prestano gli aerei ad altre compagnie e rappresentano i principali clienti di Airbus e Boeing, sono le prime a scappare dal mercato quando l’economia va male e le prime a ritornare quando l’attività migliora. Con la ripresa dell’economia globale le compagnie di leasing possono di nuovo lanciarsi nell’acquisto di nuovi aerei. «C’è un forte ritorno sul mercato di queste società di leasing. La domanda per prendere aerei in leasing è in netto rialzo con la ripresa economica», affermano gli stessi analisti. Tra le compagnie aeree lo shopping più sostanzioso lo ha fatto Emirates Airline, comprando 30 Boeing 777-300ER per 9 miliardi di dollari, dopo aver piazzato il mese scorso all’Air show di Berlino un ordine di 11 miliardi di dollari per il superjumbo Airbus A380.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trader o psicopatico? Il confine è sempre più labile

Un Natale di lusso

A un italiano il primo Apple della storia

NEWSLETTER
Iscriviti
X