Lavoro Usa, segnali di schiarita

A
A
A
di Redazione 26 Agosto 2010 | 15:00
Sembrano esserci spiragli per il futuro dell’economia americana con le richieste di aiuto ai disocuppati in diminuzione di 31.000 unità.

 Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione nella settimana al 21 agosto sono scese di 31mila unità a 473mila. Il dato reso noto dal Dipartimento del Lavoro è migliore delle attese degli esperti, che si aspettavano un calo di 10mila unità. Il dato della settimana precedente è stato rivisto a 504mila da 500mila. La media mobile delle ultime quattro settimane è salita di 3.250 unità a 486.750. 

 

Intanto a poche ore dal rilascio dei dati Usa, c’è già chi propone una soluzione definitiva che sta imperversando oltreoceano. “La lotta alla disoccupazione negli Stati Uniti non può essere incentrata solo sull’attesa della ripresa economica e bisogna andare inoltre al di là delle misure di stimolo pensando a qualcosa di strutturale”. Così, in un editoriale il settimanale The Economist analizza il problema delle disoccupazione in America. “La velocità della ripresa sarà ancora il principale fattore che influenzerà sul tasso di disoccupazione”, si legge. 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: attenzione al nodo del lavoro negli Usa

Mercati, Usa: le scadenze fiscali porteranno volatilità nei rendimenti

Asset allocation: Usa e Cina uguali nella disuguaglianza

NEWSLETTER
Iscriviti
X