De Benedetti, più forte la holding

A
A
A
di Private Banker 2 Settembre 2010 | 14:48
Carlo De Benedetti migliora la redditività del suo gruppo. Il bilancio consolidato 2009 della Carlo De Benedetti & Figli Sapa, l’accomandita che sta a capo dell’impero dell’Ingegnere (che ne è accomandatario assieme ai figli Edoardo, Marco e Rodolfo)…

… e che controlla la catena che parte da Cofide, per passare a Cir fino ad Espresso, Kos, Sogefi e Sorgenia, vede infatti l’utile netto salito a 37 milioni di euro dai 24,1 milioni dell’esercizio precedente mentre i mezzi propri sono lievitati da 182,5 243,7 milioni.

Il consolidato della cassaforte dell’Ingegnere evidenzia un totale di attivo di 6,81 miliardi (7,13 nel 2008), con disponibilità liquide per 585,71 milioni (623,44), attività finanziarie disponibili per la vendita per 119,52 milioni (235,2), e titoli per 338,26 milioni (589,34). Nell’aprile dello scorso anno la capogruppo di De Benedetti ha varato un aumento di capitale di 100 milioni, che a fine 2009 risultava sottoscritto per complessivi 25,35 milioni. Nel conto economico consolidato il fatturato scende da 4,72 a 4,26 miliardi (-9,7%). L’accomandita di De Benedetti ha chiuso invece il bilancio ordinario 2009 in perdita per poco più di 5 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La predica dell’Ingegnere dopo la Trumpvata

De Benedetti si colora di rosso Perde 22,58 mln sui cambi

NEWSLETTER
Iscriviti
X