L’America riscopre l’importanza del “dare”

A
A
A
di Eliana Pelucchi 6 Settembre 2010 | 11:00
34 seguaci per Gates e Buffett

A risollevare l’umore di un’America abbattuta dalla crisi economica internazionale, dalla concorrenza cinese e dalla battaglia al terrorismo, ci pensa la beneficenza.
Si chiama “The giving Pledge” l’appello fatto da Bill Gates e dal decano della Berkshire Hathaway Warren Buffett di destinare a fini sociali metà del proprio patrimonio. Finora hanno aderito in 34 loro colleghi, che hanno confermato la disponibilità a versare il 50% del proprio “gruzzolo” alla fondazione di beneficenza, ma la lista si sta allungando velocemente.
Secondo le stime, i miliardi raccolti sono già 600. Tra i novelli cuori d’oro spicca il nome del boss di Oracle, Larry Ellison. Insieme ad Ellison ci sono il sindaco di New York Michael Bloomberg, il magnate dell’energia T. Boone Pickens, il fondatore della Cnn Ted Turner, David Rockefeller e il finanziere Ronald Perelman. Gates e Buffett hanno lanciato lo scorso giugno l’iniziativa, per convincere centinaia di miliardari a cedere le loro fortune mentre sono in vita oppure subito dopo la loro morte. Sul sito web www.thegivingpledge.org è stata pubblicata la lista completa dei benefattori e la lettera con cui spiegano le ragioni del loro gesto. Altro che febbre dell’oro. Quella che sembra essere scoppiata negli Stati Uniti – tra coloro che di oro, finora, si sono riempiti le tasche – è dunque la febbre della beneficenza. Ma l’esempio dei primi due «firmatari» della petizione non ammette troppe esitazioni: La Fondazione Bill Gates & Melinda ha già donato decine di miliardi, mentre il grande vecchio della Finanza, Buffett, 79 anni, ha promesso di voler impiegare non il 50% ma addirittura il 99% delle sue ricchezze in opere filantropiche. Quanti soldi sono?
Il patrimonio del «Saggio di Omaha» è stimato in 47 miliardi di dollari. Fate voi il conto al centesimo. Insomma, se non ci riesce l’Antitrust o la Patrimoniale, a suddividere i grandi patrimoni, meglio affidarsi direttamente alla (ritrovata) generosità degli Uncle Scrooge d’America.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trader o psicopatico? Il confine è sempre più labile

Un Natale di lusso

A un italiano il primo Apple della storia

NEWSLETTER
Iscriviti
X