Trichet (BCE): boccia la tassazione sulle transazioni finanziarie

A
A
A
di Redazione 27 Settembre 2010 | 13:30
La “Tobin tax” proposta dal presidente francese Nicolas Sarkozy non ha trovato il favore del presidente della Bce che si è detto…

«Ci aspettiamo che la ripresa proceda ad un ritmo moderato». Ad affermarlo, nel corso del suo intervento al Parlamento Europeo, è il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, sottolineando che persistono ancora «incertezze».

Naturalmente le incertezze a cui fa riferimento il presidente della BCE è il tasso di inflazione. Per Trichet ha precisato che l’attuale livello dei tassi di interesse nella zona euro, fermi all’1%, resta «appropriato». 

E in merito al tema del meccanismo di mutua sorveglianza dei conti pubblici previsto nel Patto di Stabilità egli sostiene che «ha funzionato mediocremente». Gli Stati membri «non hanno sorvegliato nel modo adatto», «anzi alcuni hanno voluto sopprimere il meccanismo» di mutua sorveglianza, ha dichiarato agli Eurodeputati.

Questo anche per ribadire che la creazione dell’European Systemic Risk Board (Esrb), non cambia ruolo e mandata della Banca Centrale Europea. ”Dobbiamo essere consapevoli che i modelli economici a nostra disposizione non catturano necessariamente tutte le dimensioni importanti dei rischi sistemici. La comunità di ricerca deve fornire un significativo contributo per rettificare questa situazione. Gli approcci esistenti non dovrebbero soltanto migliorare gradualmente, ma sarebbe necessario anche coprire qualche gap importante”. 

Soffermandosi sulla nuova European Systemic Board Risk (Esrb), l’autorità di supervisione del rischio sistemico, Trichet ha detto che sarà sostenuta dalla Bce e che inizierà ad operare nel gennaio 2011. “Esrb – ha aggiunto -è complementare ad altre istituzioni e non sostituisce le funzioni delle istituzioni già esistenti”.

Inoltre la Bce si dice contraria ad una tassa sulle transazioni finanziaria. A Francoforte il presidente Trichet sottolinea che “secondo la nostra analisi, afferma, una tassa sui flussi finanziari, non è auspicabile per ragioni economiche e finanziarie e per ragioni tecniche”. Infatti, sottolinea, una tassa di questo tipo “sarebbe difficile da mettere in pratica”. Il rischio, aggiunge Trichet, è che una tassa di questo tipo in Europa “crei uno spostamento delle transazioni finanziarie in altri luoghi”

 

Il presidente della Bce, Jean Claude Trichet, si è detto «contrario» alla tassa sulle transazioni finanziarie, la ‘Tobin tax’ proposta dal presidente francese Nicolas Sarkozy. 

 

Infatti secondo il presidente dopo le misure adottate “il sistema bancario sarà meno fragile rispetto al passato”. Per il presidente è importante che le nuove norme «siano equilibrate e appropriate» in modo da permettere al sistema finanziario «di essere più resistente e meno fragile» rispetto al passato. Poi, sottolinea «toccherà ai governi decidere sulla fiscalità. E su questo tema le posizioni variano a secondo degli Stati. Il fatto che in molti auspicano di aumentare la tassazione sulle banche non è un argomento sufficiente».

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le tre variabili per la Germania

Asset allocation, obbligazioni: le differenze che occorre considerare

Mercati: fin che la barca va…

NEWSLETTER
Iscriviti
X