Michael Evans: dall’oro per il canottaggio alla futura presidenza di Goldman Sachs

A
A
A
di Redazione 28 Settembre 2010 | 11:00
Secondo indiscrezioni riportate dal Financial Times il manager starebbe conquistando una posizione dominante nell’istituto tanto che alcuni lo hanno indicato come possibile candidato alla co-presidenza assieme a…

Dalle imprese sportive alle imprese bancarie. Si potrebbe sintetizzare in questo modo ciò che attende Michael Evans.

Il campione olimpico che nel 1984 conquistò la medaglia d’oro per il Canada sembra essere in ascesa in Goldman Sachs. Difatti sembrerebbe, secondo quanto riporta il Financial Times, che il campione olimpico stia conquistando una posizione dominante nell’istituto guidato da Lloyd Blankfein, tanto che secondo alcuni manager, potrebbe diventare co-presidente della banca affiancando Gary Cohn o risultare il successore dell’amministratore delegato Blankfein. 

 

Evans, 52 anni, è quattro anni più giovane di Blankfein e due anni più vecchio di Cohn. Un’eventuale promozione di Evans – osserva il Financial Times – metterebbe sotto una luce diversa il management di Goldman in un momento critico. E questo anche perchè Evans non è, al contrario di Blankfein e Cohn, un prodotto delle operazioni di trading di Goldman. Approdato in quello che è stato considerato il gioiellino di Wall Street nel 1993, Evans è divenuta partner della banca nel 1994 e ha svolto diversi ruoli. «È considerato uno dei protetti di Hank Paulson», che ha ceduto la guida di Goldman nel 2006 a Blankfein per divenire segretario al Tesoro americano.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i target di Goldman Sachs su indici azionari, valute e commodity

Certificati, da Goldman Sachs quattro nuovi prodotti tematici

Etf, Goldman Sachs vuole lanciare negli Usa uno strumento sulla DeFi

NEWSLETTER
Iscriviti
X