Borse, euro al massimo da cinque mesi

A
A
A
di Redazione 28 Settembre 2010 | 16:00
La moneta unica riprende fiato sulla scia di dati macro Usa deludenti. Altalenanti i listini. A Milano prosegue la corsa di Azimut. Safilo in gran spolvero. Male Buzzi e Pirelli.

Giornata poco mossa e in lieve flessione sulle principali piazze europee, spinte al ribasso dall’apertura in rosso di Wall Street sulla scia dei dati relativi al mercato immobiliare e alla fiducia dei consumatori Usa. Il Ftse Mib è sceso dello 0,25%, il Ftse Italia dello 0,2%. In rosso l’Eurostoxx 50 (-0,06%), il Cac 40 (-0,10%) e il Dax (-0,04%). Ha chiuso in leggero rialzo il Ftse 100 (+0,09%). I listini d’oltreoceano recuperano le perdite a metà seduta, con il Dow Jones a +0,32%, il Nasdaq in parità (+0,01%) e l’S&P 500 a +0,25%.

La giornata è stata caratterizzata da dati macro piuttosto contrastanti. In Italia l’indice di fiducia dei consumatori è balzato a settembre a 107,2 punti da 104,1 di agosto, registrando il miglior risultato da aprile e superando le attese degli analisti (ferme a 104). Nel Regno Unito la lettura finale del Pil del secondo trimestre ha evidenziato una crescita dell’1,2% a livello congiunturale e dell’1,7% su base annuale, in linea con le attese.

Negli Stati Uniti, secondo l’indice Standard & Poor’s/Case-Shiller, i prezzi immobiliari sono risultati in lieve calo a luglio nelle principali 20 aree metropolitane, in linea con le attese, dopo il +0,2% di giugno. La fiducia dei consumatori elaborata dal Conference Board è scivolata negli Usa a 48,5 punti in settembre dai precedenti 53,5, ben sotto le attese medie degli analisti che indicavano un valore di 52,1 punti.

I dati Usa al di sotto delle attese hanno ridato fiducia all’euro, che oggi ha chiuso a 1,357 rispetto al dollaro, sui massimi da 5 mesi.

Ritornando all’azionario, a Milano Azimut prosegue la corsa (+0,28%) dopo alcune sedute al rialzo grazie all’avvio di copertura con outperform deciso da Credit Suisse. Vendite su Buzzi Unicem (-3,53%) a causa del downgrade di Bank of America-Merrill Lynch e su Pirelli & C. (-3,28%).

Sul Mid-Cap, in evidenza Safilo (+5,62%) grazie al rinnovo fino al 2017 della licenza per il design, la produzione e la distribuzione mondiale delle collezioni di montature da vista e occhiali da sole a marchio Dior.

Dati e testi tratti dalla newsletter di Unicredit.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X